Tignes


Comune di Tignes – (73)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Si pensa che l’origine del villaggio di Tignes sia da ricercare in un insediamento agricolo di epoca romana tardo-imperiale, il cui toponimo potrebbe esser stato determinato dal nome del proprietario del principale fondo agricolo: Tinius o Tineius, da cui TINIACUM o TIGNIACUM (“fondo – villa – di Tinius – o Tineius”). Del 1273 è l’attestazione più antica, come TINIA.

Oggi Tignes è un piccolo comune dell’Haute-Tarentaise (Alta Tarantasia) nel Dipartimento della Savoia (Savoie), nella Regione del Rodano-Alpi (Rhône-Alpes).

Il piccolo centro fu sommerso dalle acque in occasione della costruzione della diga di Chevril, inaugurata nel 1952. In seguito le cime circostanti divennero una importante stazione sciistica, con impianti a oltre 2.000 metri d’altitudine e con due stazioni principali (Tignes-le-Lac e Tignes-Val-Claret).

Lo stemma del Comune, molto semplice, si blasona : “Parti de sable et d’argent au soleil d’or brochant sur le tout ».

In italiano: “Partito di nero e d’argento, al sole d’oro attraversante”.

Il sole, che muta la notte in giorno, è il principale artefice del benessere e dell’economia locale, indica la posizione del villaggio, posto in una piccola conca che beneficia di una buona condizione di irraggiamento, che facilita le coltivazioni e i pascoli anche a quelle altitudini.

Il paese possiede anche un motto: SEMPER VIVENS (‘sempre vivente’) che allude al fatto che l’antico centro è scomparso nel fondo del lago artificiale, ma la sua storia continua in quello nuovo.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“Partito di nero e d’argento, al sole d’oro attraversante”.

Colori dello scudo:
argento, nero
Partizioni:
partito
Oggetti dello stemma:
sole

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,