Saint-Pierre


Comune di Saint-Pierre – (AO)

Informazioni

  • Codice Catastale: H674
  • Codice Istat:
  • CAP: 11010
  • Numero abitanti: 3162
  • Nome abitanti: saint-pierrains
  • Altitudine: 731
  • Superficie: 731
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 8.0

Storia dello stemma e del comune

I signori De Saint-Pierre (De Sancto Petro o De Castro Sancti Petri) apparvero sulla scena della storia valdostana alla fine del XII secolo, aderendo alla carta di franchigie che il conte Tommaso I di Savoia concesse agli abitanti di Aosta verso il 1191. I discendenti, pari del Ducato di Aosta, abitarono per secoli il pittoresco castello che sovrasta il paese, restaurato con gusto neogotico dal barone Bollati alla fine dell’Ottocento. L’ultimo della famiglia fu Jacques de Saint-Pierre, che morì nel 1529 e lasciò beni e titoli alla figlia Guillermine e al genero Jean Vulliet, Primo Segretario di Stato del duca Carlo II di Savoia. I De Saint-Pierre portavano uno scudo d’argento, a due crocette patenti poste in palo, di rosso, accostate da due chiavi addossate dello stesso. Il Comune ha ripreso il loro stemma, variando soltanto il colore di una delle crocette e introducendo il nero (colore del campo nello stemma del Ducato di Aosta) accanto al rosso, in modo da ottenere la bicromia propria della bandiera della Regione.

Nota di Joseph Rivolin

I signori De Saint-Pierre (De Sancto Petro o De Castro Sancti Petri) apparvero sulla scena della storia valdostana alla fine del XII secolo, aderendo alla carta di franchigie che il conte Tommaso I di Savoia concesse agli abitanti di Aosta verso il 1191. I discendenti, pari del Ducato di Aosta, abitarono per secoli il pittoresco castello che sovrasta il paese, restaurato con gusto neogotico dal barone Bollati alla fine dell’Ottocento. L’ultimo della famiglia fu Jacques de Saint-Pierre, che morì nel 1529 e lasciò beni e titoli alla figlia Guillermine e al genero Jean Vulliet, Primo Segretario di Stato del duca Carlo II di Savoia. I De Saint-Pierre portavano uno scudo d’argento, a due crocette patenti poste in palo, di rosso, accostate da due chiavi addossate dello stesso. Il Comune ha ripreso il loro stemma, variando soltanto il colore di una delle crocette e introducendo il nero (colore del campo nello stemma del Ducato di Aosta) accanto al rosso, in modo da ottenere la bicromia propria della bandiera della Regione.

Nota di Joseph Rivolin

San Pietro (insieme a San Paolo) è il patrono del Capoluogo, che ha adottato l’agionimo francese come identificativo del Comune.

L’emblema tradizionale del Santo sono le chiavi del cielo e della terra, una d’oro e una d’argento. Ma essendo lo scudo di St. Pierre d’argento (metallo araldico rappresentato in bianco) non si poteva, secondo la regola araldica, porre figure di “metallo” su metallo; per cui sono stati adottati i colori tradizionalmente connessi al Ducato di Aosta: nero e rosso, come per le due crocette patenti al centro dello scudo.

Note di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“Di argento, alle due crocette patenti, poste in palo, la superiore di rosso, l’inferiore di nero, accostate da due chiavi, poste in palo, con l’ingegno all’insù e volto verso i lembi dello scudo, di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 8 agosto 1994

Colori dello scudo:
argento

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo partito di nero e di rosso, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo e i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,