Fénis


Comune di Fénis – (AO)

Informazioni

  • Codice Catastale: D537
  • Codice Istat:
  • CAP: 11020
  • Numero abitanti: 1759
  • Nome abitanti: fénisans
  • Altitudine: 547
  • Superficie: 547
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 14.0

Storia dello stemma e del comune

Lo stemma comunale ricorda la foggia e riprende gli smalti dell’arme degli antichi signori del luogo, gli Challant del ramo primogenito, che tennero la castellania (poi baronia) di Fénis dal XII secolo al 1716, quando l’alienarono a favore dei Saluzzo conti di Castellar Paesana. Lo stemma Challant era d’argento, al capo di rosso, alla banda attraversante sul tutto di nero. La struttura dello scudo e le figure del capo si riferiscono inoltre alla famiglia dei nobili Tillier, cui apparteneva il noto storico Jean-Baptiste, e che porta d’argento al tiglio nodrito sulla campagna erbosa di verde, al capo di rosso caricato da due chiavi nascenti, addossate e passate in decusse, d’argento. Il castello rappresentato al centro dello scudo, costruito a partire dalla metà del Trecento da Aimon de Challant e terminato dal figlio Boniface nei primi decenni del Quattrocento, è il più noto e scenografico della regione valdostana.

Nota di Joseph Rivolin

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“D’argento, al castello di Fenis di rosso, visto di spigolo, al capo partito, nel primo, di nero al tiglio d’oro sradicato, nel secondo, di rosso alle due chiavi d’argento, decussate, con le impugnature trifogliate e con gli ingegni all’insù. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 6 febbraio 1985

Colori dello scudo:
argento, nero, rosso
Partizioni:
capo

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo partito di rosso e di nero riccamente ornato di ricami di argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: Comune di Fenis. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate paste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con natri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 06/02/1985 Guarda il decreto