Combourg


Comune di Combourg – (35)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Combourg è un Comune della Bretagna, nel Dipartimento dell’Ille-et-Vilaine, creata come signoria (su un territorio ricevuto dal duca Alain III di Bretagna) dall’arcivescovo di Dol (de Bretagne), Ginguéné (o Junkéné 1008-1039) de Dol, per il fratello Riwallon, per farne “l’advocato” del vescovo: una sorta di protettore laico di fiducia (perché membro della stessa famiglia) con l’obbligo per lui e i suoi discendenti, di difendere le terrere, le persone e i diritti della Chiesa e della cattedrale di Saint Samson de Dol (che attribuirà ai signori di Combourg il titolo di “Signifier Sanct Samsonis” (portainsegne o “gonfaloniere” di Saint Samson, vale  a dire: della chiesa di Dol).

Con la morte di Yseult de Dol nel 1197, la signoria passa al figlio, nato Jean de Soligné (nato da Yseult de Dol e Harsculf de Soligné, anch’esso morto nel 1197), il quale prende l’agnome della madre divenendo Jean III de Dol.

Per linea ereditaria Combourg perviene ai Châteaugiron De Malestroit, poi ai Du Châtel, ai De Montjean, ai D’Acigné, ai Coëtquen, che ottengono il rango di conti nel 1575. L’ultima di questa dinastia, Louise-Maclovie de Coëtquen (che nel 1739 aveva sposato Emmanuel De Durfort, duca di Duras), vende tutto ai suoi parenti, gli Chateaubriand, nel 1761: il ricco armatore René-Auguste De Chateaubriand e la moglie, Apollinaire de Bedée, prendono dimora nel castello con i loro cinque figli, tra i quali François-René de Chateaubriand (1768-1848) che, all’epoca, ha otto anni. Quello che diverrà il celebre scrittore passa dodici anni a Combourg: « C’est dans les bois de Combourg que je suis devenu ce que je suis » scriverà nella sua opera Mémoires d’outre-tombe.

Lo stemma della cittadina si blasona: Écartelé d’argent et de gueules” (“Inquartato d’argento e di rosso”) e deriva da quello dei signori De Dol-Soligné.

 

 Nota di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Inquartato d’argento e di rosso”.

Colori dello scudo:
argento, rosso
Partizioni:
inquartato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,