Lu


Zona Municipale

Lu

Lu e Cuccaro Monferrato
Informazioni

Il 1 febbraio 2019 il Cpmune di Lu e quello di Cuccaro Monferrato si sono fusi per formare il nuovo Comune di Lu e Cuccaro Monferrato.

LU probabilmente deriva il nome dal latino “Lucus”, ovvero “bosco sacro” dove si venerava una qualche divinità pagana, nella forma dialettale passata attraverso Lugus, analogamente a Lugo (di Romagna), che sorgeva sul colle nei pressi del quale nel II secolo a.C. venne creato un fondo agricolo affidato a tale Metilio, da cui VILLA METILI o METILIANUM, che fu il primo nucleo del paese presso il corso del Grana, i cui abitanti si trasferirono sul colle in epoca medioevale perché meglio difendibile. Dove la dinastia degli Aleramici, marchesi del Monferrato, edificarono un castello.

Nel XIII secolo LU divenne un Comune rurale e venne edificato il Palazzo Comunale.

Lo stemma del Comune però gioca con l’assonanza con “Luna” ed infatti è quell’astro, d’azzurro, accompagnato da tre stelle dello stesso smalto che campeggia al centro dello scudo.

Secondo i Ricaldone sarebbe più appropriato un altro stemma, da loro proposto nella pubblicazione sugli stemmi dei Comuni dell’antica Provincia di Casale, mai però adottato dal Comune, che si blasona: “d’argento, partito, nel primo al rovere al naturale; nel secondo alla torre di rosso, aperta e finestrata di nero, entrambi terrazzati di verde”. La rovere allude al “bosco” e la torre all’antico castello del quale rimane ancora in piedi una torre.

Nota di Massimo Ghirardi

Bibliografia:

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. Utet, Torino 1997.
Di Ricaldone (Aldo e Matilde). STEMMARIO COMUNALE DELL’ANTICA PROVINCIA DI CASALE MONFERRATO. Piazza, Torino 1992.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“D’argento al crescente di luna d’azzurro, contornato da tre stelle di cinque punte dello stesso: due in capo e una in punta”.

Colori dello scudo:
argento
Oggetti dello stemma:
crescente di luna, punta, stella
Attributi araldici:
contornato, in capo, in punta

Gonfalone ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo partito d’azzurro e di bianco…”

Colori del gonfalone: azzurro, bianco
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,