Boccolo de’Tassi


Zona Municipale

Boccolo de’Tassi

Bardi
Informazioni

Il Comune di Boccolo de’Tassi si trovava nella valle del torrente Dorbora, alle pendici del monte Lama, prende nome da un centro di antichissimo insediamento, ma sorto nel X secolo per iniziativa dell’abbazia di San Colombano di Bobbio che eresse un ospizio dedicato a San Pietro per l’accoglienza e l’assistenza dei pellegrini che transitavano per la via (oggi nota come “Via degli abati”) attraverso l’Appennino.

Nel 1805 l’amministrazione napoleonica istituì la Mairie di Boccolo de’Tassi che, a causa della sua collocazione molto decentrata rispetto al territorio comunale, si vide trasferire la sede municipale il 21 gennaio 1828 nella frazione di Pione.

Il 24 settembre 1923 il comune di Boccolo de’ Tassi fu scorporato dalla provincia di Piacenza e assegnato a quella di Parma, mentre il 27 gennaio del 1927 fu pressoché soppresso e il suo territorio diviso tra i comuni di Farini d’Olmo e Ferriere (in provincia di Piacenza), e quello di Bardi (in provincia di Parma), la parte restante formò il neo-costituito Comune di Pione, dal 23 dicembre 1926, che a sua volta venne soppresso nell’aprile del 1927 e assorbito da quello di Bardi.

 

Si ha conoscenza del sigillo effettivamente usato durante il Regno d’Italia, con lo stemma Savoia accollato alle bandiere e la legenda COMUNE DI BOCCOLO.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

sigillo ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

sigillo Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,