Dipartimento Passo di Calais

Département Département du Pas-de-Calais

Informazioni
  • densità:
Storia del Dipartimento e dello Stemma
Il Pas-de-Calais (Passo di Calais) è un dipartimento della regione Nord-Pas-de-Calais che deve il suo nome al pas de Calais (da scriversi senza la maiuscola per pas e senza trattini, contrariamente alle regole francesi) lo stretto che separa la Francia dall’Inghilterra. Calais deve il suo nome al francese antico cale che stava ad indicare un pendio che serviva per facilitare lo sgombero e il carico delle mercanzie da imbarcare (ha la stessa origine dell’italiana calata) anche se vengono indicate anche altre etimologie legate, ad esempio, all’antico greco kalh (bella).

Il capoluogo del dipartimento è Arras. In realtà, malgrado l’alto numero di abitanti, il dipartimento non possiede enormi agglomerazioni urbane, ma solo piccole città di media dimensione come Calais, Boulogne-sur-Mer, Arras e Lens.

 

Questo territorio ha rappresentato spesso il campo di battaglia per tutta l’Europa anche per la sua natura pianeggiate.

Nel 57 a.C. vide la conquista di Cesare e con essa lo sviluppo di un enorme quantità di assi viari.

A partire dal 440 fu la culla della dinastia Merovingia. Con le guerre successive, la parte sud del paese divenne parte del Regno di Francia mentre la parte nord entrò a fare parte del Sacro Romano Impero.

Nel IX secolo vide la nascita di più principati come le Fiandre, l’Hainaut e l’Artois.

Nel 1180, Isabella di Hainaut, figlio di Baldovino V di Hainault sposò Filippo Augusto e gli portò in dote l’Artois. Per questo motivo, a seguito di una contesa per la contea di Fiandra, il re di Francia dovette affrontare una coalizione del Sacro Romano Impero, il re di Inghilterra, il conte di Fiandra e del re di Portogallo che sconfisse nella battaglia di Bouvines.

 

Con la guerra dei Cent’anni la regione si trova spaccata tra l’Hainaut che tende verso l’imperatore e i fiamminghi i cui interessi sono volti verso l’Inghilterra, mentre il Conte di Fiandra è alleato del re di Francia. La stessa Calais viene assediata per undici mesi. Quindi fu la volta della peste nera che si portò via, in ondate successive i due terzi della popolazione.

Filippo il Buono riesce a riunire sotto la sua corona tra il 1419 e il 1467 i Paesi Bassi compresi l’Hainaut e le Fiandre.

 

Solamente nel XVI secolo la regione viene annessa alla Francia a seguito delle guerre franco-spagnole.

Le guerre religiose furono particolarmente sanguinose in questa regione fino all’avvento degli Asburgo che riportarono la pace nella zona.

E’ sotto il regno di Luigi XIV che le frontiere divengono simili a quelle attuali.

 

Il 29 settembre 1789 la Costituente rivoluzionaria decide di ristrutturare il territorio in dipartimenti.

Inizialmente ne furono pensati quattro: dall’Aa alla Bresle; l’Artois; la Fiandra; l’Hainaut-Cambrésis. Alla fine, nel 1790, l’Assemblea decide per a creazione dei due soli dipartimenti: Pas-de-Calais e Nord.

Per costituire il Pas-de-Calais venne unita una parte della generalità di Amiens con l’Artois e il Calaisis.

 

Durante la prima guerra mondiale le Fiandre furono terreno di scontri tanto che il territorio venne dichiarato, dopo la guerra, in zona rossa o gialla (le zone più colpite e di difficile recupero) per i due terzi e molti comuni furono totalmente distrutti.

Con la seconda guerra l’invasione si ripeté all’inizio della guerra. Solo nel maggio del 1945 finì l’occupazione tedesca che portò alla perdite di molte delle miniere distrutte durante la ritirata.

 

Pas-de-Calais

 

Lo stemma del dipartimento è stato costruito utilizzando quello dell’Artois (D’azzurro, seminato di gigli d’oro al lambello di rosso) con quello del Boulonnais (Di oro ai tre tortelli di rosso).

Lo stemma si blasona: « D’azur semé de fleurs de lys d’or et brisé en chef d’un lambel de gueules de trois pendants chargés chacun de trois petits châteaux aussi d’or rangés en pal, à la bordure du même chargée de trois tourteaux de gueules. » (D’azzurro seminato di gigli d’oro e spezzato in capo da un lambello di rosso a tre pendenti caricati ciascuno di tre piccoli castelli pure di oro posti in palo, alla bordura dello stesso caricata da tre tortelli di rosso).

E’ stato proposto nel 1950 dall’araldista Robert Louis.

pasdecalais

Il precedente logo del Conseil Général e del dipartimento ne rappresentava in verde la silhouette stilizzata, inoltre delle frecce azzurre rappresentavano il mare. Il nome del dipartimento era sotto il logo in lettere maiuscole azzurre.

La bandiera era bianca con il logo al centro.

pasdecalais62

Il nuovo logo non si discosta di molto dal precedente con un triangolo a rappresentare il territorio e tra frecce azzurre a simbolizzare i tre fiumi che lo attraversano. La scritta è spostata sulla destra sempre in caratteri maiuscoli azzurri.

 

Nota di Bruno Fracasso

Profilo Araldico
“D’azzurro seminato di gigli d’oro e spezzato in capo da un lambello di rosso a tre pendenti caricati ciascuno di tre piccoli castelli pure di oro posti in palo, alla bordura dello stesso caricata da tre tortelli di rosso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro, oro
Partizioni: bordato
Oggetti dello stemma castello, giglio, lambello, tortello
Pezze onorevoli dello scudo: bordura
Attributi araldici: caricato, posto in palo, seminato, spezzato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su