Dipartimento Ille-et-Vilaine

Informazioni
  • densità:
Storia del Dipartimento e dello Stemma
Il dipartimento dell’Ille-et-Vilaine è uno dei quattro dipartimenti della Bretagna e fa parte della cosiddetta HauteBretagne (Alta Bretagna). Rennes è il capoluogo del dipartimento e della regione Bretagna. È stato creato durante la Rivoluzione francese il 4 marzo 1790 in applicazione della legge 22 dicembre 1789. E’ uno dei 5 dipartimenti nati dalla provincia della Bretagna. Il dipartimento prende il nome dalla Vilaine e dal suo affluente Ille che confluiscono al centro di Rennes. Il nome nella lingua bretone è Il-ha-Gwilen.

 

Ci sono stati due tentativi di cambiare il nome di questo dipartimento : il primo proponeva di chiamarlo Marche de Bretagne (Marca di Bretagna), il secondo HauteBretagne (Alta Bretagna), ma entrambi hanno avuto il parere contrario della popolazione.

 

Il Consiglio Generale ha adottato nel 1986 un primo logo formato dalla silhouette molto stilizzata della Bretagna, in nero, che riprendeva i colori regionali, con un grosso disco rosso collocato nel punto in cui si trova il dipartimento.

Ille-et-Vilaine3

Nel 2008, affidando l’incarico all’agenzia Euro RSCG, il logo è stato rifatto semplificando il contorno della Bretagna, dando un effetto 3D al disco rosso, utilizzando una & (“E” commerciale) al posto della congiunzione nella quale è stata inserita la moscatura di armellino simbolo storico del Ducato di Bretagna.

ille-et-vilaine4

Nessuno stemma araldico è stato ufficialmente riconosciuto, tanto che il Dipartimento nella sua comunicazione ufficiale, utilizza il solo logo. Tuttavia il celebre araldista e disegnatore Robert Louis ha proposto uno scudo che unisce alla moscatura di armellino i due fiumi che danno il nome al dipartimento. Questo emblema si blasona: « D’hermine aux deux pals ondés d’azur » (“D’armellino, ai due pali ondati d’azzurro”).

ille-et-vilaine

Ugualmente, la bandiera del Dipartimento riprende il disegno del campo dello scudo, vale a dire i due fiumi, rappresentati come due “pali ondosi” su un campo di armellino pieno. È una bandiera in uso, ma mai utilizzata a livello ufficiale dal Conseil Général che utilizza invece una bandiera bianca con il suo logo al centro, spesso congiunta a quella regionale, che si ispira a quella americana.

ille-et-vilaine2

L’armellino dello stemma del Ducato di Bretagna o “arma antica del Ducato di Bretagne” si blasona: “D’armellino pieno”. Deriva da quelle di Pierre Mauclerc che, nel XIII secolo sposò la figlia del Duca di Bretagna Alice di Thouars. Mauclerc aveva uno scudo scaccato d’oro e d’azzurro (proprio del padre Robert II di Dreux) ma “brisato” con un franco quartiere d’armellino, queste furono poi le armi dei duchi di Bretagna fino al 1316, allorché Jean III, che non intendeva più mostrare armi che identificassero il suo casato come cadetto dei conti di Dreux, le mutò adottando il campo pieno d’armellino, un campo “seminato” che poteva confrontarsi con quello del re di Francia.

 

 

(1): nome aulico dell’ Ermellino (da “Mus Armenius”, che significa ‘Topo Armeno’, e noto animale selvatico, Mustela Erminea. È una delle “pellicce” per gli scudi in Araldica. Rappresenta la pelle candida sulla quale risaltano le code nere dell’ermellino, queste ultime rappresentate come “fiocchetti” o somiglianti al seme di “fiori” delle carte da gioco (dette moscature).

 

 

Nota di Bruno Fracasso e Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“D’armellino, ai due pali ondati d’azzurro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: armellino
Pezze onorevoli dello scudo: palo
Attributi araldici: ondato
Profilo Araldico
“D’armellino, ai due pali ondati d’azzurro”.
bandiera ridisegnata
bandiera Ufficiale
no bandiera
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su