Dipartimento Ardenne

Département Département des Ardennes

Informazioni
  • densità:
Storia del Dipartimento e dello Stemma
Le Ardenne (Ardennes) sono un dipartimento della regione Champagne-Ardenne, alla frontiera con il Regno del Belgio.

La parte settentrionale, nella quale si concentrano i suoi abitanti e le loro attività, è attraversato dalla Mosa (Meuse).

Deve il suo nome ad una vasta regione naturale, le Ardenne, pianeggiante tagliata dalla Mosa e i suoi affluenti.

Il toponimo potrebbe derivare dal gallo ar’ che significa il et den che significa scuro. Dunque la fitta foresta che ricopriva la zona potrebbe averle dato il nome che si ritrova come Arduenna Sylva sull’altopiano di Bastogne e quindi Ardenna nel VI secolo. Si tratta di un nome che si ritrova anche in altre zone della Francia con il senso di altura boschiva. Il suo capoluogo è Charleville-Mezières.

Il territorio fece sempre parte del territorio francese fatti salvi alcuni brevi periodi recenti e durante la guerra dei cent’anni.

Tra il XV e il XVII secolo i re di Francia, la cui autorità era resa fragile a causa delle guerre di religione e i movimenti della Fronda, accettarono e incoraggiarono la creazione dei principati ardennesi, in teoria dei feudi sovrani, in realtà vere e proprie marche a difesa del territorio. Malgrado questo Richelieu e Mazzarino cercarono di ristabilirvi l’autorità reale rinforzando forti e frontiere.

 

Il dipartimento viene creato con i decreti del 22 dicembre 1789 e il successivo del 26 febbraio 1790. Venne costituito a partire da una parte delle antiche province di Champagne e delle Argonne, di molti principati tra cui quelli di Arches e di Sedan, di contee come quella di Rethel.

Le discussioni sul nord della Champagne furono particolarmente accese poiché esistevano sul territorio due ducati, quattro marchesati, sette contee e sette baronie, 46 terre di proprietà diretta reale e altre signorie isolate. Inoltre, c’era un notevole differenziazione linguistica.

Nel febbraio del 1790 si addivenne alla decisione di formare quattro dipartimenti nella Champagne e di chiamare il più a nord Ardennes, malgrado la foresta e il massiccio non occupasse che una parte ridotta del suo territorio. Per il ruolo di capoluogo si pensò a Sedan, la più industriale, a Charleville e Rethel. A queste si aggiunse Mézières allora una piccola città in crescita e la crescita cadde su questa città.

Napoleone tentò per primo la fusione tra Charleville e Mézières, ma senza successo.

Il 30 maggio 1814 le Ardennes si ingrandirono inglobando i cantoni dei vecchi dipartimenti di Jemappes e Sambre-et-Meuse. Dopo Waterloo, le Ardennes furono invase e rimasero occupate per tre anni, solo nel 1789 furono restituite alla Francia.

Negli anni 60, il prefetto Robert Hayem rilanciò l’idea di fondere Charleville e Mézières in Charleville-Mézières. Nel 1966, il decreto di fusione di Charleville, Mézières, Mohon, Montcy-Saint-Pierre e Etion fu pubblicato e divenne operativo il primo ottobre di quell’anno.

Le Ardenne furono al centro di grandi combattimenti sia durante il primo che il secondo conflitto mondiale.

 Ardennes

Le armi del dipartimento sono quelle dell’antica provincia di Champagne con un capo formato dalle antiche armi del Rethel e al centro uno scudetto rappresentante l’animale tipico della regione, un cinghiale.

Si blasonano: « D’azur à la bande d’argent côtoyée de deux doubles cotices potencées et contre-potencées d’or, surchargées d’un écusson d’argent au sanglier de sable ; au chef de gueules chargé de trois râteaux démanchés d’or ordonnés 2 et 1 ». (D’azzurro alla banda di argento accostata da due doppie cotisse potenziate e contropotenziate d’oro, sovraccaricati di uno scudo d’argento al cinghiale di nero; al capo di rosso caricato da tre rastrelli senza manici d’oro ordinati 2 e 1).

 

Furono ufficialmente adottate nel 1950.

 

Le armi proposte dall’araldista Robert Louis nel 1950 non presentavano lo scudetto in cuore con il cinghiale.

 logo-ardennes

Il vecchio logo rappresentava un cinghiale in un esagono bianco (rappresentazione simbolica della Francia metropolitana) bordato di azzurro (colore nazionale).

La bandiera nazionale era ricordata anche dal colore del nome del dipartimento, in azzurro, e dalla sottolineatura in rosso.

Lo stesso logo appariva al centro di un drappo bianco nella bandiera del Conseil Général.

 

logo-conseil-general-ardennes-copie-1

Il nuovo logo, usato sia dal Conseil che dal dipartimento, riprende solo parzialmente il precedente, mantenendo il cinghiale in un colore verde oro, ma in silhouette, ma mettendo ancora più in evidenza il nome del dipartimento, in verde a simbolizzare foreste e pianure.

 

 

Nota di Bruno Fracasso

Profilo Araldico
“D’azzurro alla banda di argento accostata da due doppie cotisse potenziate e contropotenziate d’oro, sovraccaricati di uno scudo d’argento al cinghiale di nero; al capo di rosso caricato da tre rastrelli senza manici d’oro ordinati 2 e 1”.
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini

Colori dello scudo: azzurro, rosso
Partizioni: capo
Oggetti dello stemma cinghiale, rastrello
Pezze onorevoli dello scudo: banda, cotissa
Attributi araldici: contropotenziato, potenziato, sovraccaricato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su