Comune di Wimereux (62)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Lo stemma attualmente in uso sostituisce dall’11 maggio 1937 quello precedente e richiama le caratteristiche del luogo e gli avvenimenti storici avvenuti nella zona di Wimereux.

 

Da questa località costiera nel Dipartimento del Pas-de-Calais il 15 giugno 1785 partì il tentativo di sorvolo in mongolfiera del Canale della Manica da parte di Romain e  Pîlatre de Rozier, tragicamente fallito.

 

Nel 1805 Napoleone vi fece realizzare un porto; a ciò rimandano le tre api, riprese dall’araldica napoleonica (una banda rossa in campo argento, caricata di tre api d’oro fu il simbolo anche del piccolo Regno dell’Elba, durante l’esilio colà dell’imperatore)

 

La sirena è un tipico simbolo marino, che ricorda come il mare (in particolare la Manica, per via delle forti correnti) sia un luogo di lusinghe ma anche di pericoli.

 

Blason: « Tranché par une bande de gueules chargée de trois abeilles au vol fermé d’or ; au chef sénestre d’azur à l’aérostat et sa nacelle d’argent, les suspentes de sable et contenant un chargement d’or ; en pointe dextre de sinople à la sirène au buste et visage tourné d’argent, la chevelure d’or et tenant ses deux queues de poisson du même, papelonnée de sable ».

 

In italiano: “Trinciato da una banda di rosso caricata di tre api dal volo chiuso d’oro; al capo sinistro d’azzurro all’aerostato e la sua navicella d’argento, le corde di sospensione di nero e contenente un carico d’oro; in punta destra, di verde alla sirena dal busto e dal viso rivoltato d’argento, capelluta di biondo e tenente le sue due code di pesce dello stesso, squamata di nero”.

 

Il Comune sostiene che la corona murale, che completa, sovrastandolo, lo scudo, sia allusiva del locale Forte di Croÿ.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“Trinciato da una banda di rosso caricata di tre api dal volo chiuso d’oro; al capo sinistro d’azzurro all’aerostato e la sua navicella d’argento, le corde di sospensione di nero e contenente un carico d’oro; in punta destra, di verde alla sirena dal busto e dal viso rivoltato d’argento, capelluta di biondo e tenente le sue due code di pesce dello stesso, squamata di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: azzurro, rosso, verde
Partizioni: trinciato
Oggetti dello stemma aerostato, ape, carico, coda di pesce, corda, navicella, sirena, viso, volo
Pezze onorevoli dello scudo: banda
Attributi araldici: cappelluto, caricato, chiuso, contenente, in capo, in punta, rivoltato, squamato, tenente

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su