Vo’

Informazioni

  • Codice Catastale: M103
  • Codice Istat:
  • CAP: 35030
  • Numero abitanti: 3396
  • Nome abitanti: voiensi
  • Altitudine: 19
  • Superficie: 19
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 20.0
  • Distanza capoluogo: 20.0

Storia dello stemma e del comune

Il Comune di Vo’ prende nome da “Vadum”, guado, ad indicare un passaggio sicuro un una zona umida e, un tempo, molto difficile da percorrere ai piedi dei Colli Euganei (il centro viene talvolta indicato come Vo’ Euganeo).

 

Sede di una importante famiglia feudale, che prese l’agnome “da Vo”, la quale fece costruire un castello, che faceva da contraltare all’altro fortilizio, dei Maltraversi, posto nell’attuale Castellaro di Boccon.

 

In seguito fu assoggettata da Padova, con la quale passò alla Serenissima Repubblica di Venezia nel corso del XV secolo.

 

Nel XVI secolo la famiglia Contarini fece costuire la grande villa-fattoria che fu alla base dello sviluppo urbanistico del paese.

 

Nel 1902 la sede municipale venne trasferita a Ca’Erizzo, che si trovava in posizione più centrale, e che successivamente assunse anche la denominazione di Vo’, mentre il vecchio villaggio venne ribattezzato Vo’ Vecchio.

 

Lo stemma di Vo’ si può blasonare blasonare: “troncato dalla fascia diminuita d’azzurro: nel primo d’argento, al grappolo d’uva d’oro, pampinoso di due di verde, accostato da due spighe di frumento pure d’oro; nel secondo di rosso, alla banda diminuita d’argento”.

 

La banda d’argento vorrebbe rappresentare il “guado” attraverso gli acquitirini. La fascia azzurra simboleggia il fiume Bisatto, che ebbe grande importanza anche come via d’acqua.

 

Nella parte superiore è rappresentata la fiorente economia agricola del territorio, particolarmente vocata alla produzione vitivinicola.

 

Nel 1979 venne iniziata la pratica per il riconoscimento formale dello stemma, in uso da tempo, ma che non ha avuto seguito.

 

Il gonfalone in uso è di colore bianco, riferito all’argento: uno dei campi dello scudo.

 

È uno dei tre comuni italiani con il nome più corto: assieme a Ne’ (Genova) e Re (Verbania).

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

 

 

Bibliografia:

 

  1. Scarpitta. ARALDICA CIVICA DELLA PROVINCIA DI PADOVA. Padova 1989, pp.244-245.
Profilo Araldico
“Troncato: nel PRIMO, di argento, al grappolo d’uva, d’oro, pampinoso, di due, di verde, accompagnato da due spighe di grano, una e una, poste in palo; alla campagna diminuita d’azzurro; nel SECONDO, di rosso, alla banda diminuita, di argento. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Disegnato da: Giancarlo Scarpitta

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Note Stemma

Lo stemma ufficiale di Vo’ è opera di Giancarlo Scarpitta.

Colori dello scudo: argento, rosso
Partizioni: troncato
Oggetti dello stemma campagna, grappolo d'uva, spiga di grano
Pezze onorevoli dello scudo: banda diminuita
Attributi araldici: accompagnato, diminuito, pampinoso, posto 1-1, posto in palo
Profilo Araldico
“Drappo di bianco…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: bianco

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 27/04/1994

Torna su