Comune di Villers-sur-mer (14)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Villers-sur-mer, è una località balneare del Calvados, nella Bassa Normandia. La sua posizione tra terra e mare è simboleggiata dallo stemma cittadino, che ha come elementi principali un drakkar vichingo e il guscio di una chiocciola di terra. Si blasona: “Taillé au 1) d’or au drakkar d’azur, la voile chargé de deux léopards d’argent passant l’un sur l’autre; au 2) de sinople à la coquilles d’escargot d’argent” (Tagliato: al primo d’oro al drakkar d’azzurro, la vela caricata da due leopardi d’argento posti uno sull’altro; al secondo di verde alla chiocciola d’argento).

Il veliero vichingo vuole ricordare come la zona fu un facile attracco per gli “Uomini del Nord” (Nordmann) dai quali viene il nome dell’intera regione, i due leopardi sono una curiosa variante dell’emblema del Ducato di Normandia (nell’originale d’oro, in campo rosso) e identificano la nave come “normanna”.  All’epoca delle Crociate i signori di Villers armarono delle navi che presero parte all’impresa con Robert de Courteheuse. Secondo la tradizione la località venne visitata da Guglielmo il Conquistatore prima della spedizione in Inghilterra. In effetti, Villers si trova lungo l’importante via che collega Rouen a Caen, detta “Chemin de Grève” e poco lontana da Dives, luogo storico di riunione delle navi della flotta normanna salpata alla conquista dell’isola britannica.

La chiocciola sarebbe in realtà un ammonite, infatti presso le falesie “des Vaches Noires” (delle Vacche Nere), tra  Villers et Houlgate sono stati ritrovati numerosi reperti paleontologici tra i quali numerosi ammoniti e altri fossili, compreso lo scheletro di un pliosauro di 10 metri di lunghezza, di un ichthyosauro e altri animali preistorici. Per questo motivo Villers ha anche come simbolo (non ufficiale) il dinosauro che viene usato un po’dappertutto in luogo dell’emblema civico. Per alcuni  è un simbolo della gastronomia della zona (rinomate sono le “lumache” della vicina zona di Trouville o “de Pré d’Auge”).

La stella “tagliata” dalla linea di partizione simboleggia il meridiano, infatti Villers è il Comune francese più settentrionale fra quelli attraversati dal Meridiano di Greenwich, e l’unico con sbocco al mare: il punto di “entrata” del meridiano nel territorio francese è evidenziato da una linea tracciata sul lungomare presso un piccolo belvedere.

Fino al 1850 VILLERS non era che un piccolo villaggio di pescatori raccolte intorno alla chiesa di St. Martin, da cui l’antica denominazione di« Sanctus Martinus de Villaribus » poi « Villare Supra Mare », e rappresentava l’avanzo di un insediamento più antico, la cui estensione era stata via via ridotta a causa dell’erosione marina; all’epoca però si trovava in un contesto selvaggio e primitivo che affascinò pittori come Paul Huet e Constant Troyon che presero l’abitudine di soggiornare nel borgo, ai quali si unì anche lo scrittore Alphonse Karr.

La comunità di artisti si accrebbe e fece di Villers un luogo animato, già due anni dopo venne costruito un primo albergo, anche se la “stazione balneare e climatica” venne ufficialmente fondata nel 1856 da Félix Pigeory, architetto di Parigi che, acquisiti ampi terreni, tracciò il piano di una città “turistica” che fece dotare di un Casinò e un grande stabilimento per i “bagni di mare”. Il progetto pionieristico di Pigeory fu completato da altri personaggi come Pierre Pitre-Chevalier che fece costruire la villa “Durenne” (Attuale sede dell’Ufficio Turistico) e Charles Duprez, autore del palazzo del Casinò.

 

Nota di Massimo Ghirardi e Patrick Dubuis

Profilo Araldico
“Tagliato: al primo d’oro al drakkar d’azzurro, la vela caricata da due leopardi d’argento posti uno sull’altro; al secondo di verde alla chiocciola d’argento”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: oro, verde
Partizioni: tagliato
Oggetti dello stemma chiocciola, drakkar, leopardo, vela
Attributi araldici: caricato, uno sull'altro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su