Comune di Vacquiers (31)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Vacquiers è un comune del dipartimento della Haute-Garonne (Alta Garonna), nella regione del Midi-Pyrénées (Mezzogiorno-Pirenei).

 

Ha adottato uno stemma curioso, che si blasona: “Échiqueté de cinq tires de quatre points d’argent et de gueules, les points un, huit et dix-neuf étant d’or chargé chacun d’un besant de sable” (Scaccato di cinque tiri e quattro punti d’argento e di rosso, i punti uno, otto e diciannove d’oro caricati ciascuno da un bisante di nero). Solitamente rappresentato con uno scudo sannitico e senza elementi esteriori.

 

Charles d’Hozier, nell’Armorial General de France redatto per Luigi XIV, assegna al villaggio uno stemma leggermente diverso, che si blasona: “Échiqueté d’argent et de gueules” (Scaccato d’argento e di rosso) che, probabilmente è l’arme antica dei signori di Vacquiers. Lo stemma adottato venne poi modificato con l’aggiunte dei “punti” d’oro con la stilizzazione delle pedine del gioco della “dama” o degli scacchi (come se fossero viste dall’alto) che ricorda anche lo “scacchiere” (o “tavoliere” in francese antico échiquier) il tappeto colorato alternativamente in bianco e nero, che serviva a posizionare le diverse monete con corso legale, che si utilizzava nel medioevo anche per il computo delle imposte, prerogativa del signore e, oggi, del comune.

 

Tra il 1080 e il 1108 venne edificato il forte di Vaquiers, sulla sommità della collina dove oggi sorge le chiesa del villaggio. Il nome deriva dagli antichi feudatari, i Vaquiers (letteralmente “allevatori di vacche”), che abbandonarono il territorio durante le persecuzioni contro i Catari. La signoria passò alla Chiesa: divisa tra l’Ordine degli Ospitalieri di San Giovanni (l’attuale Ordine di Malta) e l’abate di Saint Sernin di Tolosa. In seguito, nel 1688, la Diocesi di Tolosa fece smembrare i possedimenti del villaggio, ma una parte venne concessa alla popolazione da Luigi XIV, nel 1775 i cittadini di Vaquiers si dichiararono solennemente “legittimi possessori dei feudi descritti nello smembramento del 1688”. Anche se il comune venne ufficialmente istituito nel 1790, in sostituzione del tribunale feudale della signoria e il 13 febbraio di quell’anno venne designato il primo “maire” M. Debax. Il 23 dicembre 1792 avvenne invece la proclamazione del primo sindaco eletto: François Salesses.

 

Note di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“Scaccato di cinque tiri e quattro punti d’argento e di rosso, i punti uno, otto e diciannove d’oro caricati ciascuno da un bisante di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento, rosso
Partizioni: scaccato
Oggetti dello stemma bisante, punto, tiro
Attributi araldici: caricato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su