Comune di Tignes (73)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Si pensa che l’origine del villaggio di Tignes sia da ricercare in un insediamento agricolo di epoca romana tardo-imperiale, il cui toponimo potrebbe esser stato determinato dal nome del proprietario del principale fondo agricolo: Tinius o Tineius, da cui TINIACUM o TIGNIACUM (“fondo – villa – di Tinius – o Tineius”). Del 1273 è l’attestazione più antica, come TINIA.

Oggi Tignes è un piccolo comune dell’Haute-Tarentaise (Alta Tarantasia) nel Dipartimento della Savoia (Savoie), nella Regione del Rodano-Alpi (Rhône-Alpes).

Il piccolo centro fu sommerso dalle acque in occasione della costruzione della diga di Chevril, inaugurata nel 1952. In seguito le cime circostanti divennero una importante stazione sciistica, con impianti a oltre 2.000 metri d’altitudine e con due stazioni principali (Tignes-le-Lac e Tignes-Val-Claret).

Lo stemma del Comune, molto semplice, si blasona : “Parti de sable et d’argent au soleil d’or brochant sur le tout ».

In italiano: “Partito di nero e d’argento, al sole d’oro attraversante”.

Il sole, che muta la notte in giorno, è il principale artefice del benessere e dell’economia locale, indica la posizione del villaggio, posto in una piccola conca che beneficia di una buona condizione di irraggiamento, che facilita le coltivazioni e i pascoli anche a quelle altitudini.

Il paese possiede anche un motto: SEMPER VIVENS (‘sempre vivente’) che allude al fatto che l’antico centro è scomparso nel fondo del lago artificiale, ma la sua storia continua in quello nuovo.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“Partito di nero e d’argento, al sole d’oro attraversante”.
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Colori dello scudo: argento, nero
Partizioni: partito
Oggetti dello stemma sole

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su