Comune di Serravalle Pistoiese (PT)

Informazioni

  • Codice Catastale: I660
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 11561
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Il nome di SERRAVALLE (il determinante PISTOIESE è stato adottato col Regio Decreto n. 1260 del 29 marzo 1863) descrive la posizione del capoluogo, che sorge sul Montalbano, a metà strada tra Pistoia e Montecatini Terme, a separare la Valdinievole da quella dell’Ombrone (e della Piana di Pistoia). Sulla sommità del ripido colle rimangono, ben visibili da lontano, due rocche che ne caratterizzano la struttura di fortezza medievale e che ebbero un importante ruolo tra il XII e il XIV secolo, prima all’interno del sistema difensivo del Comune di Pistoia e poi di quello della Repubblica Lucchese. Per effetto del Regio Decreto Legislativo n. 1 del 2 gennaio 1927 il Comune di Serravalle Pistoiese ha cambiato Provincia di appartenenza, passando da quella di Firenze alla nuova provincia di Pistoia. Lo stemma del Comune è stato adottato riprendendo quello raffigurato presso il palazzo Pretorio di Pistoia: è formato dall’unione degli stemmi (leggermente modificati) della famiglia Cancellieri (“partito d’azzurro e d’oro, con il primo caricato del cignale1 passante del secondo”), con un campo di quello dei Forteguerri(“partito d’oro e di vajo”: cioè quella particolare forma di “pelliccia araldica” formata da “campanelle” giustapposte d’argento e d’azzurro). G.P. Pagnini afferma: “… ed invero non ne so la ragione, perché nessuna delle due case ebbe dominio in quel luogo [Serravalle]. Lo stemma di un privato individuo, e quello assai probabilmente di Francesca Forteguerri moglie di messer Giovanni dei Cancellieri, trovato a caso nel palazzo del Municipio, fu creduto poi di Serravalle, e come tale adottato… giova notare che nei più antichi libri di stemmi trovasi quello di Serravalle configurato in due chiavi d’oro incrociate alla schisa nel campo rosso: e ben sta perché tale arme dettero a questo luogo i Fiorentini nel 1351, per significare che le due forti rocche ivi costruite erano le chiavi del dominio delle valli…”. Nel codice Buonarroti si trova uno stemma partito: a sinistra (al posto dell’arme Forteguerri) sta lo “scaccato” di Pistoia e a destra quello dei Cancellieri. 1: cinghiale.   Nota di Massimo Ghirardi Si ringrazia Alessandro Neri per la gentile collaborazione. Bibliografia: AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997. Pagnini G.P. (a cura di). GLI STEMMI DEI COMUNI TOSCANI AL 1860. Polistampa/Giunta Regionale Toscana, Firenze 1991.
Profilo Araldico
“Partito: a) troncato: nel primo, d’azzurro al cinghiale al naturale, nel secondo, di verde pieno; b) di vajo pieno. Ornamenti esteriori di Comune”
Stemma ridisegnato

Fonte: Anna Bertola

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: azzurro, vaio
Partizioni: partito
Oggetti dello stemma cinghiale
Profilo Araldico
“Drappo rosso granata riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma comunale sormontato dall’iscrizione centrata pure in argento “Comune di Serravalle Pistoiese””.
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su