Comune di Saracena (CS)

Informazioni

  • Codice Catastale: I423
  • Codice Istat:
  • CAP: 87010
  • Numero abitanti: 4061
  • Nome abitanti: saracenesi
  • Altitudine: 606
  • Superficie: 606
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 81.0
  • Distanza capoluogo: 81.0

Storia dello stemma e del comune

Si ritiene che Saracena sia stata edificata sulle rovine dell’antica Sestio, menzionata da Stefano Bizantino, ad opera dei Saraceni, dai quali deriverebbe l’attuale nome.

Fu compresa nel vasto Principato di Bisignano, dal quale venne smembrata e data in feudo ai Pescara, che la tennero con il titolo di duca fino al 1718; successivamente fu baronia dei Principi di Scalea dal 1718 al 1806.

Del castello risalente al XIII sussistono avanzi con elementi scolpiti in tufo.

La chiesa parrocchiale di San Leone (originaria del XIII secolo, ma rimaneggiata in epoca successiva) presenta un elegante portale in pietra del XVI secolo; l’interno custodisce altari in marmo policromo del XVII-XVIII secolo, fonte battesimale del 1529, un prospetto di ciborio del ’500, tele, statue lignee, paramenti ed argenterie del XVI-XVIII secolo. Di origine medievale è pure il campanile con trifore.

La chiesa di Santa Maria del Gamio, ad una navata centrale, ha soffitto ligneo a lacunari, un polittico del ’500, opere marmoree barocche (altari, statue), paramenti, argenterie ed intagli del XVII-XVIII secolo.

La maggior parte della superficie agraria è destinata a olivicoltura, frutticoltura e viticoltura (assai apprezzata è la locale uva moscato); fra le altre attività economiche vi è la lavorazione del legno.

 

Note di Luigi Prato

Profilo Araldico
“D’oro ad una figura di donna di carnagione, crinita di nero, parzialmente coperta da un manto d’azzurro svolazzante, impugnante con la mano destra uno stiletto d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Pasquale Fiumanò

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: oro
Oggetti dello stemma figura di donna, mano, manto, stiletto
Attributi araldici: coperto, crinito, destro, impugnante, svolazzante
Profilo Araldico
“Drappo d’azzurro riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma sopra descritto con la la iscrizione centrata in argento: Comune di Saracena”.
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Pasquale Fiumanò

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 05/11/1981

    Trascritto nel Registro Araldico il 26 febbraio 1982


Torna su