Comune di Santa Cristina e Bissone (PV)

Informazioni

  • Codice Catastale: I175
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 2026
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Lo stemma  è in uso dal 1908, adottato con delibera formale del podestà Carlo Beltramini e formalmente riconosciuto con DCG del 14 luglio 1936, si blasona: “Partito: al primo d’azzurro alla Badia al naturale, al secondo d’oro alla biscia viscontea”.

La prima parte ricorda l’abbazia benedettina di Santa Cristina, fondata dal re longobardo Liutprando nell’VIII secolo sotto il titolo di Sant’Anastasio e che nel IX secolo adotterà la nuova denominazione, che è all’origine dell’abitato omonimo, la seconda si può considerare “parlante”: con il “biscione” che richiama Bissone, località indipendente fino al 1841 quando venne incorporato in Santa Cristina (solo nel 1863 adottò la denominazione di Santa Cristina e Bissone), antico feudo dei Della Pietra, che furono costretti da Regina della Scala, moglie di Bernabò Visconti, a venderle quel territorio, che sarà poi possedimento stabile della famiglia ducale di Milano.

Il gonfalone, azzurro, è usato ma non formalmente concesso.



Nota di Massimo Ghirardi e Carletto Genovese
Profilo Araldico
“Partito: al 1° d’azzurro alla Badia al naturale, al 2° d’oro alla biscia viscontea. Capo del Littorio: di rosso (porpora) al Fascio del Littorio di oro, circondato da due rami di quercia e di alloro annodati da un nestro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Comune”.

Il capo è stato eleminato ai sensi del «Decreto Legislativo Luogotenenziale del 10 dicembre 1944 № 394.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Reperito da: Anna Bertola

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento, azzurro, rosso
Partizioni: capo, partito
Oggetti dello stemma badia, biscia
Attributi araldici: viscontea
Profilo Araldico
“Drappo di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Reperito da: Luigi Ferrara

Disegnato da: Bruno Fracasso

Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Capo del Governo (DCG) di riconoscimento – 14/07/1936
    Guarda il decreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su