Città di San Severino Marche (MC)

Informazioni

  • Codice Catastale: I156
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 13169
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Erede dell’antica città di SEPTEMPEDA, posta su una via secondaria della Flaminia che da Nuceria (Nocera Umbra) proseguiva per Helvia Ricina e l’Adriatico. Nel X secolo si riscontra il castello posto sul Monte Nero, che prese il nome dall’ultimo vescovo di Septempeda: San Severino. All’epoca dell’imperatore Federico Barbarossa è riconosciuto Libero Comune. Dal XV secolo è parte dello Stato della Chiesa. Nel 1586 ottenne il titolo di “città” da papa Sisto V e l’elevazione a sede vescovile, sul colle di Montenero venne costruito il vescovado accanto al palazzo comunale e alla cattedrale dedicata a S. Severino (o Duomo Vecchio e richiamato dallo stemma comunale), edifici successivamente abbandonati nel XVIII secolo; la cattedrale venne trasferita a valle, prima nella Chiesa di S. Lorenzo in Doliolo e successivamente nella più centrale chiesa di Sant’Agostino; anche il nuovo palazzo comunale venne riedificato nel piano sulla piazza del Mercato, lasciando quello sul colle andare in rovina. Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Di rosso, alla facciata di chiesa munita ai lati di due torri, merlate alla guelfa, il tutto d’argento. Ornamenti esteriori da Città”. D.P.C.M. 9 agosto 1961
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Colori dello scudo: rosso
Profilo Araldico
“Drappo partito di bianco e di rosso…” “La bandiera del comune è bicolore, rossa e bianca a due bande verticali di uguali dimensioni, con il rosso all’asta ed il bianco al battente”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di bianco…”
bandiera ridisegnata
bandiera Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) di riconoscimento – 09/08/1961
    Concesso da papa Sisto V nel 1586.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su