Città di Rho (MI)

Informazioni

  • Codice Catastale: H264
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 50686
  • Nome abitanti: rhodensi
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 17.0
  • Distanza capoluogo: 17.0

Storia dello stemma e del comune

Le armi della città di Rho derivano dallo stemma nobiliare dei Capitani “De Raude” , “Rhaudense” o “Hrothi”, una famiglia originaria della Baviera (ma che asseriva di provenire da Rodi) e insediatasi nella zona intorno al X secolo. La loro insegna presentava uno scudo rosso con ruota d’oro, con 5 raggi interni e 10 punte esterne. Nominato per la prima volta come Vico Raudo in un documento dell’ 846. Allorché, nel 1932, Rho divenne città si pensò di adottare l’insegna di quella famiglia con il seguente blasone “di rosso, alla ruota d’oro con cinque raggi e 10 punte esterne dello stesso”. (descrizione di Massimo Ghirardi)
Profilo Araldico
“Di rosso, alla ruota d’oro a cinque raggi, dentata di dieci denti a punta dello stesso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Reperito da: Anna Bertola

Stemma Ufficiale
Logo
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: rosso
Oggetti dello stemma dente, raggio, ruota
Attributi araldici: a punta, dentato
Profilo Araldico
“Drappo di colore bianco, avente nel centro lo stemma, contornato da due rami di quercia e lauro, con la sottostante dicitura ‘RHAUDUM’ e l’iscrizione centrata in argento “CITTA’ DI RHO”.
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Regio Decreto (RD) di concessione – 28/09/1933

  • Regio Decreto (RD) di concessione – 31/03/1932

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su