Comune di Quingentole (MN)

Informazioni

  • Codice Catastale: H129
  • Codice Istat:
  • CAP: 46020
  • Numero abitanti: 1220
  • Nome abitanti: quingentolesi
  • Altitudine: 16
  • Superficie: 16
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 29.2
  • Distanza capoluogo: 29.2

Storia dello stemma e del comune

Il nome del Comune non ha una chiara origine, solitamente si propongono tre ipotesi toponomasitrche:

– come derivato da “quingenti” (‘cinquecento’ in latino), che avrebbe indicato la superficie originale del luogo, analogamente ai toponimi di Trecenta, Nonantola, Quarantoli.
– da “quinque”, (‘cinque’), in riferimento alle miglia di distanza dalla Via Aemilia Altinatis, che univa Ostiglia a Quarantoli, presso Mirandola.
– da “quinque gentes”, cinque famiglie, il cui insediamento sarebbe all’origine della località.

Il Municipio ha oggi sede nella “Gran Casa del Sole”, affacciata sull’ampia e scenografica piazza del capoluogo, che fu un tempo residenza di campagna dei vescovi di Mantova, proprio di fronte alla pittoresca chiesa parrocchiale dedicata a San Lorenzo, che conserva sul sagrato due leoni in marmo rosso del XIV secolo, provenienti dalla chiesa precedente e ripresi nella figurazione dello stemma comunale.



Nota di Massimo Ghirardi
Si ringrazia Alessandro Neri per la gentile collaborazione.
Profilo Araldico
“Di azzurro, alla torre di rosso, mattonata di nero, con forte basamento, chiusa di nero,finestrata di argento, merlata di due alla ghibellina, i merli uniti a due ramoscelli di alloro curvati verso la punta, muniti ognuno di otto foglie, ramoscelli e foglie di verde, essa torre fondata sulla pianura di verde, accompagnata da due leoni illeoparditi d’oro, uno a destra, l’altro a sinistra, visti in prospettiva, sostenuti dalla pianura, con le teste di fronte e propinque al basamento della torre. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Fonte: Giovanni Giovinazzo

Reperito da: Francesco Maida

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico
“Drappo di bianco, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto bianco, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.
Gonfalone ridisegnato

Fonte: Giovanni Giovinazzo

Disegnato da: Bruno Fracasso

Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: bianco

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 02/07/2002

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su