Comune di Porto Sant’Elpidio (FM)

Informazioni

  • Codice Catastale: G921
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 25684
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Il Comune di PORTO SANT’ELPIDIO è nato nel 1951 e ha derivato il nome dall’antico centro di Sant’Elpidio a Mare, situato nell’entroterra, del quale Comune faceva parte e ne era il porto. Ha adottato uno stemma che, in qualche modo, testimonia la sua storia: una paranza in mare (che il blasone definisce, curiosamente, di smalto verde) sotto un sole benvolo. Nella parte bassa dello scudo un’ape posta su una “campagna” (così si definisce in araldica la fascia bassa dello scudo) rossa: è una figurazione insolita, di solito gli esseri volanti si pongono nella parte alta, e probabilmente allude alla “fondazione” storica del centro che è filiazione della laboriosità degli abitanti.

Secondo la leggenda Elpidio era un anacoreta proveniente da Gerico (ma di origine cappadoce) venuto in pellegrinaggio a Roma, anziché tornare nella sua patria si insediò con un gruppo di compagni, dei quali divenne abate, nelle selve a sud di Ancona vivendo in povertà e animato da una fede miracolosa. Dopo la sua morta (che si vuole avvenuta il 2 settembre) venne proclamato santo dalla popolazione colpita dalla sua condotta in vita e dai numerosi miracoli operati.

Nel 1997 il capoluogo ha ottenuto il titolo di “città”.

Stemma: “D’azzurro ad una barca al naturale veleggiante in mare ondato di verde e d’argento; nel canton destro del capo un sole d’oro raggiato di 16, il tutto innalzato da una campagna di rosso caricata da un’ape d’oro. Sotto lo scudo, in cartiglio d’azzurro con le estremità bifide, la legenda in caratteri di nero IN LITORE FULGET”. DPR 19 MAGGIO 1965.



Note di Massimo Ghirardi

AAVV. Dizionario dei nomi geografici italiani, TEA/UTET 1992
Farmer D.H. Dizionario Oxford dei santi, Muzzio 1989
Profilo Araldico
“D’azzurro ad una barca al naturale veleggiante in mare ondato di verde e d’argento;nel canton destro del capo un sole d’oro raggiato di 16, il tutto innalzato da una campagna di rosso caricata da un’ape d’oro. Sotto lo scudo, in cartiglio d’azzurro con le estremità bifide, la legenda in caratteri di nero: “IN LITORE FULGET””.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Reperito da: Fabio Comandini

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma ape, barca, campagna, carattere, cartiglio, estremità, legenda, mare, sole
Attributi araldici: bifido, canton destro del capo, caricato, innalzato, ondato, raggiato, veleggiante
Profilo Araldico
“Drappo troncato, di rosso e d’azzurro riccamente ornato da ricami d’argento e caricato dello stemma con la iscrizione centrata in argento: Comune di Porto Sant’Elpidio. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento».”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, rosso
Partizioni del gonfalone: troncato
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di azzurro…”
bandiera ridisegnata

Disegnato da: Bruno Fracasso

bandiera Ufficiale
no bandiera
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 02/09/1997

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 19/05/1965
    Trascritto nel Registro Araldico dell’Archivio Centrale dello Stato in data 2 settembre 1965

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) – 02/09/1997
    Registrato nei registri dell’Ufficio Araldico dell’Archivio Centrale dello Stato in data 30 ottobre 1997.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su