Pontirolo Nuovo

Informazioni

  • Codice Catastale: G867
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 5102
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Il Comune di PONTIROLO nel 1863 (R.D. del 28 giugno 1863 n. 1426) ha adottato il determinante toponomastico NUOVO e, secondo la tradizione, deriva il nome dall’antica “mutatio” (stazione di cambio di cavalli) presso il PONS AUREOLI, il ponte sull’Adda fatto costruire dall’imperatore Claudio II “il Gotico” sulla via tra Verona e Milano e dedicato a Manlio Acilio Aureolo, comandante ribelle delle armate imperiali che era stato sconfitto dal predecessore (e nemico di Claudio), l’imperatore Gallieno, in quel punto intorno al 268 d.C. e forse anche sepolto dopo la condanna a morte.

Durante il periodo delle invasioni barbariche gli abitanti del borgo presso il PONTE AUREOLO (corrispondente a Pontirolo “Vecchio”, oggi Canonica d’Adda) si ritirarono in una zona meglio difendibile, un “nuovo borgo” (Pontirolo Nuovo nell’XI secolo) a circa due chilometri di distanza, che divenne centro principale dopo la distruzione del ponte da parte delle milizie dell’imperatore Federico Barbarossa nel 1160.

Posto sul confine tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia subì frequenti attacchi e depredazioni.

Pur riconosciuto come “comune” ufficialmente dal Ducato di Milano il 28 agosto 1570 rimase sempre un centro modesto fino al XIX secolo, quando le estese foreste dei dintorni lasciarono spazio alle coltivazioni e ai primi insediamenti produttivi.

Lo stemma civico è stato concesso con Decreto del Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, del 9 febbraio 1958, dove si blasona: “Troncato d’oro al ponte di rosso e d’argento alle insegne di S. Michele Arcangelo d’azzurro”.

Lo stemma rosso in campo d’oro richiama il ponte “aureolo” (che si può interpretare “piccolo oro”) mentre la spada e la bilancia, tradizionale attributo dell’arcangelo Michele, al quale spetta il ruolo di giudice delle anime nella “psicostasi” (‘pesatura delle anime’) del giorno del Giudizio, si riferiscono al patrono principale del paese e titolare della Parrocchia.



Nota di Massimo Ghirardi


Bibliografia:

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997.
Maida (F.), GLI STEMMI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO. Editrice Bergamasca, Bergamo 2006. Sito istituzionale del Comune di Pontirolo Nuovo
Profilo Araldico
“Troncato d’oro al ponte di rosso e d’argento alle insegne di S. Michele Arcangelo d’azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.   D.P.R. 9 febbraio 1958
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini

Colori dello scudo: argento, oro
Partizioni: troncato
Profilo Araldico
“Drappo di bianco…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su