Città di Orio al Serio (BG)

Informazioni

  • Codice Catastale: G108
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 1752
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Il Comune di ORIO (con Regio Decreto di Vittorio Emanuele II n. 1426 del 28 giugno 1863, al toponimo è stato unito il determinante AL SERIO) alza uno stemma che gioca per “assonanza” con il toponimo, per cui tecnicamente si può definire “parlante”. L’emblema principale è un covone d’ORO che, oltre a significati di ricchezza e prosperità legate alle coltivazioni (il grano è “oro” economico per antonomasia) e alle produzioni agro-industriali, si ricollega al toponimo ORIO (che, probabilmente, deriva dal latino “orum”: ‘colle, poggio’). Nella “campagna” invece scorre una banda ondata che vuole simboleggiare il fiume SERIO. Si blasona. Secondo il Decreto di concessione del Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat del 19 settembre 1970: “Bandato di rosso e d’oro, caricato di un covone di grano pure d’oro, alla campagna al naturale attraversata da una banda ondata d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”. Nel decreto è stabilito anche il colore del gonfalone: “Drappo partito, di rosso e di giallo, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma con l’iscrizione centrata in argento: -Comune di Orio al Serio-. Le parti di metallo ed i cordoni sono argentati. L’asta verticale è ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia è rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo è inciso il nome. Cravatta e nastri sono tricolorati dai colori nazionali e frangiati d’argento”. L’ultima frase, però dovrebbe essere aggiornata, dato che con Decreto del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano del 7 marzo 2013, è stato concesso ad Orio al Serio il titolo di “città”. Nota di Massimo Ghirardi Bibliografia: AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET. Torino, 1997. Maida F. GLI STEMMI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO. Ed. Bergamasca. Bergamo, 2006.
Profilo Araldico
“Bandato di rosso e d’oro, caricato di un covone di grano pure d’oro, alla campagna al naturale attraversata da una banda ondata d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”. D.P.R. di Giuseppe Saragat del 19 settembre 1970
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini

Colori dello scudo: oro, rosso
Profilo Araldico
“Drappo partito, di rosso e di giallo, riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dello stemma con l’iscrizione centrata in argento: Città di Orio al Serio. Le parti di metallo ed i cordoni sono dorati. L’asta verticale è ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia è rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo è inciso il nome. Cravatta e nastri sono tricolorati dai colori nazionali e frangiati d’oro”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su