Mappano

Informazioni

  • Numero abitanti: 0
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Mappano (noto anche come Mappano Torinese) istituito il 25 gennaio 2013, con legge regionale n. 1, precedentemente era una frazione suddivisa tra i comuni di Caselle Torinese, Borgaro Torinese, Settimo Torinese e Leini.

La località è attestata nel XIII secolo col nome di I FANGHI o LA PALUDE per via del territorio acquitrinoso.

L’attuale denominazione è legata al nome degli Amapano, ricca famiglia borghese che aveva proprietà nella zona.

Nel XVII secolo i gesuiti promossero la bonifica del territorio con la costruzione del Naviglio, con il supporto delle riforme economiche di Carlo Emanuele II di Savoia si svilupparono così l’agricoltura e l’allevamento.

Le donne del luogo erano “specializzate” lavandaie (lavandè) ed eseguivano il lavaggio dei panni per le famiglie nobili e borghesi della vicina Torino.

Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Interzato in sbarra: il PRIMO ed il TERZO d’azzurro, il SECONDO d’argento; al campanile della chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, attraversato in punta da un covone di spighe di grano, posto a banda, legato di rosso, sostenente rastello e forcone, posti a sbarra, sinistrato da un mastello con asse da lavandai, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Fonte: Giovanni Giovinazzo

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Dipartimento di Araldica Pubblica

Reperito da: Giancarlo Scarpitta

Stemma Ufficiale
Altre Immagini



Profilo Araldico
“Drappo partito di azzurro e di bianco…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Dipartimento di Araldica Pubblica

Reperito da: Giancarlo Scarpitta

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, bianco
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 19/09/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su