Comune di Luisago (CO)

Informazioni

  • Codice Catastale: E735
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 2702
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Su una collina poco lontana da Como sorge il centro di Luisago, composto dal centro storico e dalla frazione di Portichetto, che si estende verso la pianura.

 

Probabilmente deriva il nome da una proprietà di un personaggio latino Lupicius o di uno etrusco di nome Luvius, dai quali Luvisiacus (fundus).

 

Storicamente legato a Como, il 17 aprile 1649 Luisago divenne comune autonomo distaccandosi da Fino Mornasco.

 

Uno stemma del paese venne ritrovato tra i documenti dell’archivio Bonacina (vol. F, foglio 205), risalente al XVI secolo, confluito poi nell’archivio Vallardi. Da quello lo Studio Araldico di Genova ricavò lo stemma attuale.

 

La simbologia non è chiara, come afferma Carletto Genovese, “I Bonacina erano degli antichi creatori e inventori di stemmi che poi vendevano a famiglie che, non possedendone uno tradizionale, si rivolgevano a loro nella certezza che qualche antica arma sarebbe stata comunque reperita”.

 

Si blasona: “d’azzurro al leone d’argento, attraversante con la parte superiore del corpo la sbarra, abbassata e diminuita, di rosso, accompagnata nel cantone destro del capo dal sole di rosso, munito di otto raggi acuti alternati da otto raggi ondeggianti d’oro”.

 

Con DPR del 17 novembre 1992 è stato concesso anche il gonfalone: “… drappo di colore bianco”.

 

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

 

 

Bibliografia:

 

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani, UTET, Torino 1997, p. 428.

 

Genovese C. STEMMI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO. La relazione storiografica e le rispettive regole araliche. Como 2007, pp. 68-69.

 

Profilo Araldico
“Di azzurro, al leone d’argento, attraversante con la parte superiore del corpo la sbarra, abbassata e diminuita, di rosso, accompagnato nel cantone destro del capo dal sole di rosso, munito di otto raggi acuti alternati da otto raggi ondeggianti, d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini



Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma corpo, raggio, sole
Pezze onorevoli dello scudo: sbarra abbassata, sbarra diminuita
Attributi araldici: acuto, alternato, cantone destro del capo, munito, ondeggiante, parte superiore
Profilo Araldico
“Drappo di bianco…2
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: bianco

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 17/11/1992

Torna su