Città di Imperia (IM)

Informazioni

  • Codice Catastale: E290
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 42667
  • Nome abitanti: imperiesi
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Il fiume Impero (nome che è succeduto al più antico Aqua Unelie) ha dato il nome all’attuale città di IMPERIA formata nel 1923 dall’unione amministrativa dei due Comuni rivali di Oneglia e Porto Maurizio. Storicamente Oneglia è sempre stata unita al Ducato di Savoia (ai quali fu ceduta dai Doria feudatari del vescovo di Albenga) per il quale rappresentava un essenziale sbocco al mare, mentre Porto Maurizio dal 1228 era soggetta alla Repubblica di Genova, dalla quale ebbe importanti benefici e solo nel 1815 entrò a far parte del Regno di Sardegna, con la scomparsa della Repubblica di San Giorgio. L’attuale stemma comunale unisce, non senza eleganza grafica, le armi araldiche dei due centri precedenti: Porto Maurizio (“di rosso alle quattro torri d’argento aperte e finestrate di nero, disposte 1,2,1, col capo di Savoia” ) e Oneglia ( “d’argento all’albero d’olivo sradicato e fruttifero al naturale, col capo di Genova” ). I simboli che caratterizzano quelli che, a tutti gli effetti, sono due scudi separati sono ripresi dalla tradizione: Porto Maurizio è contraddistinto dalle quattro torri di difesa che ne delimitavano il territorio, mentre Oneglia dall’olivo, la cui coltivazione locale è celebrata fin dall’antichità per l’alta qualità del olio che se ne ricava (alcuni vogliono anche trovare un’assonanza tra olea e il toponimo antico Uneliae).   Note di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Partito al primo di rosso alle 4 torri merlate alla guelfa 1-2-1 al Capo di Genova, per Porto Maurizio, al secondo d’argento all’albero d’ulivo al naturale e sradicato, al Capo di Savoia per Oneglia”. D.C.G. 19 febbraio 1925.
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini

Colori dello scudo: argento, rosso
Partizioni: capo, partito
Profilo Araldico
“Drappo rettangolare si stoffa azzurra, terminato nella parte inferiore a tre bandoni a forma di vaio irregolare, il centrale più lungo, riccamente ornato con ricami d’argento e caricato dello stemma, sormontato dall’iscrizione centrata in argento “Comune di Imperia”…” R.D. del 3 dicembre 1931 Gonfalone ridisegnato da Pasquale Fiumanò
Gonfalone ridisegnato

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini


Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Regio Decreto (RD) di concessione – 19/02/1925

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su