Igny

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Igny è un importante centro del dipartimento dell’Essonne, nella regione parigina dell’Île-de-France.

È documentato dal XIII secolo in una pergamena di Filippo Augusto come “Rivus de Ignaco” ma non si conosce l’origine del toponimo (forse da Agnus: ‘agnello’). Si sviluppò intorno ad una torre di avvistamento (l’attuale torre campanaria).

Durante la Guerra dei Cent’Anni venne conquistata dagli inglesi. Fu soggetta a diverse signorie, tra le più importanti quella dei De Vigny (dal 1579 al 1651), quindi dei D’Albertas, che la cedettero nel 1772 a Claude Clucq e ai Bourbon-Condé dal 1765 al 1789.

Il territorio era caratterizzato dalla coltivazione della vigna, ma venne rimpiazzata dalle fragole, che dettero rinomanza alla città.

Lo stemma della città richiama vagamente quelli delle passate signorie, si blasona: “D’argent à l’écusson d’azur chargé d’une fasce d’or accompagné de deux merlettes d’argent, celle de la pointe accostée de deux coquilles d’or, le dit écusson accompagné de quatre lionceaux de gueules” (D’argento allo scudetto d’azzurro caricato di una fascia d’oro accompagnato da due merlotti d’argento, quello in punta accostato da due conchiglie d’oro, detto scudetto accompagnato da quattro lioncelli di rosso).

Igny

Lo stemma nella versione aulica è sostenuto da due castori, evocanti il fiume Bièvre che bagna il territorio (che è caratterizzato dalla presenza di questi animali) come anche le “onde” sotto la punta dello scudo, e che “alimenta” con le sue acque la coltivazione delle fragole.

Nel 2003 lo stemma è stato malamente ridotto in un logo che non ha rispettato ne’ i colori, ne’ le forme antiche, dove merlotti e conchiglie “sono stati messi al singolare” (sito istituzionale del comune).

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“D’argento allo scudetto d’azzurro caricato di una fascia d’oro accompagnato da due merlotti d’argento, quello in punta accostato da due conchiglie d’oro, detto scudetto accompagnato da quattro lioncelli di rosso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento
Oggetti dello stemma conchiglia, lioncello, merlotto, scudetto
Pezze onorevoli dello scudo: fascia
Attributi araldici: accompagnato, accostato, caricato, in punta

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su