Comune di Heyrieux (38)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Heyrieux è un comune nel dipartimento dell’Isère della regione del Rhône-Alpes gemellato con il Comune di Busnago (Monza e Brianza). Deriva il suo nome da Arius (o Arrieus), un possidente gallo-romano del I secolo. Divenne progressivamente un piccolo borgo menzionato nell’837 come Ariaco, poi  feudo dei conto di Savoia dal 1030 che, nel 1227, ne concessero i diritti all’abbazia d’Ambronay che ne condivise la signoria con gli Chandieu: Jean de Chandieu concede  “Le libertà ai borghesi d’Heyrieux” il 3 febbraio 1328, con la quale viene istituita la comunità municipale, confermata il 3 giugno 1328 dal conte Edoardo di Savoia.

Nel 1349 il territorio del Delfinato, nel quale il villaggio rappresentava un’enclave savoiarda, viene annesso alla Francia e nel gennaio 1356 anche Heyrieux diviene soggetto alla corona francese.
Lo stemma del comune si blasona: “Ecartelé par une croix astrée d’argent: au 1er de gueule au lion d’or paré d’azur; au 2nd d’azur à un chevron d’argent accompagné de deux croissants dum meme et en pointe d’un lion d’or; au 3me d’azur à la bande d’or, accompagné de 6 losanges, de même, trois en chef, en orle, trois pointes en bandes; au 4me d’or au dauphin vif d’azur, crêté, oreillé et barbelé de gueules” (Inquartato dalla croce ristretta d’argento: il primo di rosso al leone d’oro parato d’azzurro; il second d’azzurro allo scaglione d’argento accompagnato da due crescenti dello stesso e in punta da un leone d’oro; il terzo d’azzurro alla banda d’oro, accompagnata da 6 losanghe dello stesso, tre in capo in orlo e tre in punta in banda; il quarto d’oro al delfino guizzante d’azzurro, crestato, orecchiato, barbato di rosso).

 

Il primo quarto è lo stemma degli Chandieu, che si installò nella località omonima nel 944 e successivamente possedette Heyrieux in co-signoria fino al 1364, quando lo vendette ai De Saluces che possedette il feudo (ormai francese) in co-signoria.

Il secondo è quello di Saint Bernard de Romans, che fondò l’abbazia di Ambronay nell’802 e che a sua volta fondò il priorato di Notre Dame d’Heyrieux nel X secolo sul quale esercitava la co-signoria.

Il terzo è dei De Rigaud, provenienti da Lione, nel 1340 si insediarono a Rajat, nel mandamento di Heyrieux, e arrivarono a possedere numerosi castelli e feudi nel circondario, fino alla Rivoluzione.

L’ultimo è il tradizionale emblema del Delfinato (Dauphiné) che, a seguito del trattato di Parigi del 1355 tra il signore (detto “Delfino”) di Vienne e i Savoia, acquisì il Comune.

Al centro a dividere i quarti dello scudo, è rappresentata la croce d’argento, che in campo rosso è l’emblema storico dei Savoia, che furono i signori d’Heyrieux dal 1029 al 1355.

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“Inquartato dalla croce ristretta d’argento: il primo di rosso al leone d’oro parato d’azzurro; il secondo d’azzurro allo scaglione d’argento accompagnato da due crescenti dello stesso e in punta da un leone d’oro; il terzo d’azzurro alla banda d’oro, accompagnata da 6 losanghe dello stesso, tre in capo in orlo e tre in punta in banda; il quarto d’oro al delfino guizzante d’azzurro, crestato, orecchiato, barbato di rosso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: azzurro, oro, rosso
Partizioni: inquartato
Oggetti dello stemma crescente, delfino, leone, losanga
Pezze onorevoli dello scudo: banda, croce, scaglione
Attributi araldici: barbato, crestato, guizzante, in orlo, in punta, orecchiuto, parato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su