Grazzano Badoglio

Informazioni

  • Codice Catastale: E159
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 615
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Erede dell’antico Fundus Gratianus, dal nome del proprietario romano del fondo agricolo (Gratius o Gratianus) fino al 1939 era denominato GRAZZANO MONFERRATO, in quell’anno mutò il determinante in BADOGLIO a ricordo dell’illustre concittadino Pietro Badoglio, marchese del Sabotino e Duca di Addis Abeba, nato a Grazzano nel 1871. È uno dei pochi emblemi civici monferrini che ricorda nello stemma il dominio dei duchi Gonzaga di Mantova (fasciato di nero e d’oro). L’illustrazione è stata eseguita seguendo la descrizione dello Statuto Comunale.   Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Fasciato (6 pezzi) di nero e d’oro; in cuore allo scudo, troncato di rosso e di argento, cimato da un braccio armato di spada, posta in banda. (Capo del Littorio di rosso (porpora) al fascio littorio d’oro circondato da due rami di quercia e d’alloro annodati ad un nastro dei colori nazionali). Ornamenti esterni da Comune. Cimiero: il destro­cherio armato di spada, nascente dalla corona nobiliare. Sulla punta dello scudo il cartiglio con il motto Fidelitas”. D.P.C.M. 8 giugno 1942
Stemma ridisegnato

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini



Colori dello scudo: nero, oro
Partizioni: fasciato
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di giallo…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su