Comune di Cruzy (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Cruzy (in occitano Crusi) è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

I suoi abitanti sono chiamati  Cruzyats e Cruzyates.

Il nome del villaggio non ha un etimologia chiara. Alcuni studiosi lo fanno derivare da crux (croce) intendendo con questo indicare un luogo dove era stata posta una croce, ma il nome pare avere origini molto più antiche. Altri, pur facendolo derivare dallo stesso nome pensano che derivi dal fatto che rappresentasse un crocevia. Altri ancora, per analogia con la parola francese piena (creu) pensano derivi dal fatto che si tratta di un territorio prevalentemente alluvionale.

Di certo c’è che sono stati trovati reperti di uova e ossa fossili di dinosauri e che, più tardi, sicuramente il territorio è stato abitato durante il Neolitico finale, probabilmente quando era meno soggetto a inondazioni.

E’ stato anche rilevato un oppidum e delle abitazioni sparse di origine gallo-romana.

La prima menzione di Cruzy è del 902  mentre nel 1709 era in uso la variante Creuzy.

Nell’XI secolo era una semplice signoria dove erano state costruite numerose case forti.

Nel 1518 un processo oppose la popolazione du Cruzy a quella di Rugny.

Lo stemma attuale di Cruzy si blasona: « Écartelé, au premier de gueules plain, au deuxième et au troisième d’azur au lion d’or armé, lampassé et couronné de gueules, et au chef cousu du même chargé de trois étoiles d’or au quatrième d’argent à la croix de gueules. ».

In italiano : “Inquartato, al primo di rosso pieno, al secondo e al terzo di azzurro al leone di oro armato, lampassato e coronato di rosso, e al capo cucito dello stesso caricato di tre stelle di oro, al quarto d’argento alla croce di rosso”.

Lo stemma non trova riscontro nell’armoriale del D’Hozier.

Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Inquartato, al primo di rosso pieno, al secondo e al terzo di azzurro al leone di oro armato, lampassato e coronato di rosso, e al capo cucito dello stesso caricato di tre stelle di oro, al quarto d’argento alla croce di rosso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento, azzurro, rosso
Partizioni: capo, inquartato
Oggetti dello stemma leone, stella
Pezze onorevoli dello scudo: croce
Attributi araldici: armato, caricato, coronato, cucito, lampassato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su