Champorcher

Informazioni

  • Codice Catastale: B540
  • Codice Istat:
  • CAP: 11020
  • Numero abitanti: 404
  • Nome abitanti: champorcherins
  • Altitudine: 1427
  • Superficie: 1427
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 59.6
  • Distanza capoluogo: 59.6

Storia dello stemma e del comune

La parte sinistra dello stemma si riferisce agli antichi signori di Bard, i quali sono ricordati dai barbi (arma parlante) su campo azzurro disseminato di crocette. I signori di Bard condivisero, per quasi un trentennio, la giurisdizione sul territorio di Champorcher con i signori di Pont-Saint-Martin, poiché entrambe le famiglie discendevano da un unico ceppo gentilizio. Fu appunto nel 1214 che, dopo un sanguinoso conflitto, Ugo di Bard addivenne a un accordo con il fratello Guglielmo, capostipite dei Pont-Saint-Martin, in merito alla divisione dell’eredità paterna, ma gli effetti della ritrovata concordia furono di breve durata, perché il conte Amedeo V di Savoia, accordatosi con il visconte di Aosta Gotofredo I di Challant, costrinse Ugo a cedergli la signoria su Bard e la sua porzione di Champorcher comprendente la casa forte che dominava il capoluogo del paese. I Savoia mantennero la signoria diretta su questo territorio fino al 1682, quando l’avvocato Jean-François Freydoz, che aveva avuto da poco patenti di nobiltà, acquisì la signoria di Champorcher, eretta poi a baronia nel 1746 a favore di Jean-Nicolas Freydoz. La parte destra e il capo del blasone municipale riproducono appunto lo scudo che portava la famiglia Freydoz: d’azzurro, alla torre quadrata d’argento murata di nero, al capo d’argento caricato dai tre tortelli, ordinati in fascia, di rosso. La torre raffigurata simboleggia quella che fu costruita nel 1320 dai Savoia sui resti dell’antica casa forte dei signori di Bard. Nota di Joseph Rivolin Il comune di Champorcher è un comune sparso con capoluogo in frazione Château. A seguito dell’italianizzazione dei toponimi non in lingua italiana voluta dal regime fascista, con il R.D. del 22 luglio 1939 il comune ha cambiato nome in “Campo Laris”, per poi ripristinare il nome originale con D.C.V.A. del 15 gennaio 1946. Il nome trae origine tradizionalmente dal nome di San Porcario abate di Lerins (secolo VIII) oppure da San Porzio, soldato dlla Legione Tebana, che, sempre secondo la tradizione, si rifugiò in Valle d’Aosta per la predicazione del vangelo cattolico; tuttavia il nome può derivare dalla voce latina “porcarius” con riferimento al mestiere di ‘allevatore di maiali’. Dunque il significato del toponimo sarebbe ‘campo destinato al pascolo dei porci’.
Profilo Araldico
“Partito dal filetto d’argento: nel primo, d’azzurro, alla torre quadra, d’argento, merlata alla ghibellina, priva di porta, finestrata di tre, in palo, di nero, la finestra in basso più ampia e munita di due feritoie sottostanti, di nero, la finestra in alto di esigue dimensioni; nel secondo, di azzurro, seminato di croci a tau e col piede bordonato, d’oro, ai due barbi addossati, dello stesso; il tutto sotto il capo d’ argento, caricato dai tre tortelli, ordinati in fascia, di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”. D.P.R. n.276 del 19 dicembre 1988
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini

Colori dello scudo: argento, azzurro
Partizioni: capo, partito
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di nero, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su