Comune di Cazedarnes (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Cazedarnes (Casa d’Arnas in occitano) è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

 

I suoi abitanti sono chiamati Cazedarnais e Cazedarnaises.

Il nome potrebbe derivare da un’ipotetica abitazione di un certo Arnas.

Nel X secolo era costituito da due frazioni distinte e una dipendeva da un altro comune. Vi si trovava una chiesa costruita dove attualmente si trova la chiesa di Saint-Amans.

Diventerà un Comune solamente nel 1850.

Nel 1154 l’abbazia di Fontecaude viene fondata sul territorio del Comune. Incendiata nel 1577 durante le guerre di religione venne poi venduta all’incanto durante la rivoluzione francese. La stessa verrà poi lasciata andare in rovina e, solamente nel 1969 un gruppo di amici la restaura. In quell’occasione vennero alla luce il chiostro, la fonderia di campane e il mulino. Vicino all’abbazia verrà poi ritrovato anche un cimitero visigoto. L’abbazia era stata costruita su un terreno donato da un certo Armengaud purché vi venisse sepolto.

Una ramificazione del cammino di Santiago de Compostela passa proprio sul sito dell’abbazia.

Lo stemma di Cazedarnes si blasona: «Tiercé en pairle, au premier d’azur au soleil non figuré d’or, au deuxième d’or à un cep de vigne feuillé et fruité de gueules soutenu d’une terrasse d’argent craquelée de sable, au troisième de gueules à une jumelle ondée abaissée d’argent, une crosse d’or brochant sur le tout.».

In italiano: “Interzato in pergola, al primo di azzurro al sole non figurato di oro, al secondo di oro a una pianta di vigna fogliata e fruttata di rosso sostenuta da una terrazza di argento screpolata di nero, al terzo di rosso a una gemella abbassata d’argento, un pastorale di oro attraversante sul tutto.”.

Lo stemma è piuttosto recente poiché il comune è di formazione relativamente recente. Nello stemma è ricordata una delle fonti di sostentamento più importanti del Comune nonché i due ruscelli che circondano il paese: il ruscello di Rhonel e il ruscello di Coste bonne.

Lo stemma non appare nell’armoriale del D’Hozier.

 

 

Nota di Bruno Fracasso

Profilo Araldico
“Interzato in pergola, al primo di azzurro al sole non figurato di oro, al secondo di oro a una pianta di vite,  fogliata e fruttata di rosso sostenuta da una terrazza di argento screpolata di nero, al terzo di rosso a una gemella abbassata d’argento, un pastorale di oro attraversante sul tutto.”
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su