Caussiniojouls

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Caussiniojouls (Caussinuòjols in occitano) è un comune francese situato nel dipartimento dell’Hérault  nella regione dell’Occitania. I suoi abitanti sono detti Caussiniojoulais e Caussiniojoulaises.

Anticamente era denominato Cassano-ialos ou Cassano-ialon poi Caveinugulo nel 966.

Il curioso nome è comunemente accettato che provenga  da Cassanos (Quercia sacra – Chêne sacré in francese). In francese antico Chasne o Chesne che si ritrova come radice nella parola irlandese Cas.

Ialon o Ialos significava nel linguaggio gallico radura o spazio scoperto o, più semplicemente, terreno.

Il significato sarebbe dunque la radura delle querce.

Il primo resto di cui si conosce l’origine è una torre di un antico castello che apparteneva ai signori di Faugères prima del XVI secolo. Le mura della città datano dal XI al XII secolo.

La signoria di Caussiniojouls era compresa nel vicariato di Béziers, era proprietà della casa di  Narbonne come risulta da un testamento fatto nel 966 da Malfred, visconte di Narbonne e sua moglie Adélaïde. Nel 1170, Bernard di Caussiniojouls è menzionato in un atto che prova il possesso del feudo da parte dei baroni di Faugères. Nel XVI secolo viene citata la famiglia De Gailhac come proprietaria dei luoghi. Al momento delle Rivoluzione la famiglis Carrion de Nizas ottente il feudo tramite il matrimonio con la figlia dell’ultimo dei Gailhac. Nel 1580 fu riconsegnata alle truppe reali.

Le armi di Caussiniojouls si blasonano così: « De hermine, au pairle losangé d’argent et d’azur ». In italiano:  “Di armellino, alla pergola  losangata di argento e di azzurro”.

Come più di una cinquantina di Comuni di questo territorio, lo stemma comunale riporta una pezza araldica scaccata, in questo caso il capo, che si differenzia da quella degli altri comuni per gli smalti. Lo stemma conserva lo scaccato (modificato) dei Marchesi di Rocozel, signori di una parte di questo territorio, brisandone lo smalto. Si tratta di un omaggio allo stemma dei de Rocozels che portavano uno scudo inquartato di cui un quarto era scaccato. Appartengono a una serie di armi alla pergola losangata attribuite alle parrocchie della diocesi del Lodève e poi attribuite a ciascuna dal D’Hozier.

Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di armellino, alla pergola losangata di argento e di azzurro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento, armellino, azzurro
Pezze onorevoli dello scudo: pergola
Attributi araldici: losangato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su