Comune di Casanova Elvo (VC)

Informazioni

  • Codice Catastale: B928
  • Codice Istat:
  • CAP: 13030
  • Numero abitanti: 275
  • Nome abitanti: casanoelvesi
  • Altitudine: 152
  • Superficie: 152
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 16.5
  • Distanza capoluogo: 16.5

Storia dello stemma e del comune

Nel dizionario di toponomastica si legge il che il nome Casanova, com’è facilmente intuibile, risulta composto dal nome “casa” e dall’aggettivo “nuova”.

Sempre dallo stesso dizionario, si apprende che il sostantivo “casa” può essere inteso come “Casa Massaricia, cioè podere a conduzione familiare, affidato ad un “massaro”, residente e che il “tipo” toponimico è già attestato nelle carte del secolo IX, cioè all’epoca in cui risale l’organizzazione fondiaria di grandi possessi ecclesiastici e monastici.

Precisiamo inoltre, che si tratta di una denominazione comune a parecchi centri abitati, per cui risulta necessaria la presenza di un elemento determinante; in questo senso è l’Elvo, torrente attraversa il territorio.

Quest’ultimo è noto agli studiosi di storia antica locale per la presenza, nelle sue acque, di sabbie aurifere, che già i Vittimuli una popolazione pre-romana di origine celtico-ligure, sfruttavano soprattutto nel territorio del biellese della Bessa.

Il tema della presenza dei Vittimuli sul nostro territorio è un tema che meriterebbe un maggior approfondimento principalmente per due motivi: lo scorrimento dell’Elvo nelle vicinanze di Casanova, (probabile risorsa di ricerca aurifera per i Vittimuli), e la devozione al Beato Pietro Levita che essi coltivavano e di cui abbiamo traccia ad Olcenengo; un paese confinante con Casanova.

Sul frontale del Comune non vi è stemma alcuna, pensiamo che fosse usato in particolari circostanze lo stemma degli Avogrado, signori e poi conti di Casanova Elvo.

Tratto dal libro: “Casanova Elvo – Frammenti di storia” di Luciano Pedrola
Profilo Araldico
“Partito: nel PRIMO, fasciato d’oro e di rosso di dieci pezzi; nel SECONDO, di azzurro, alla torre d’oro, murata di nero, chiusa e finestrata di due in palo, dello stesso, merlata alla guelfa di cinque, fondata sulla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Reperito da: Giancarlo Scarpitta

Fonte: Archivio Centrale dello Stato

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: azzurro, oro, rosso
Partizioni: partito
Profilo Araldico
“Drappo di giallo con la bordatura di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, giallo
Partizioni del gonfalone: bordato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su