Comune di Caravate (VA)

no comune

Informazioni

  • Codice Catastale: B732
  • Codice Istat:
  • CAP: 21032
  • Numero abitanti: 2632
  • Nome abitanti: caravatesi
  • Altitudine: 296
  • Superficie: 296
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 19.3
  • Distanza capoluogo: 19.3

Storia dello stemma e del comune

Che il territorio di Caravate sia particolarmente sciolto, quindi adatto per la coltivazione della vite, lo testimonia anche il toponimo che, recenti studi, collegano al pre-latino “carabus” (‘mucchio di pietre, maceria’) alludente quindi a ‘luogo sassoso’. Il comune di Caravate fa parte della Comunità Montana della Valcuvia. I comuni confinanti sono: Besozzo, Cittiglio, Gemonio, Laveno-Mombello, Leggiuno, Sangiano. La storia del paese di Caravate è legata alle sue produzioni vinicole e alla cura con la quale gli industriosi abitanti attendono a queste coltivazioni. Ecco spiegata l’allegoria, per altro semplice, dello stemma comunale: tre api d’oro (simbolo del lavoro tenace e paziente) in volo attorno ad un grande grappolo d’uva. Come riportato dai testi* si racconta di una disdicevole vicenda legata alla locale chiesa di San Clemente, pare che nel 1765 un eremita avesse l’abitudine di ubriacarsi con le offerte di vino fatte alla chiesa e “…ottenute le chiavi ed il permesso di far questua, spende più delle sue possibilità, truffa persone anche a Milano, ruba le uve dei dintorni per farne vino, si dà ai bagordi ed ai giochi nelle osterie…”*. In compenso pare che le produzioni vinicole locali fossero davvero pregiate, infatti estese coltivazioni viticole sono attestate già da prima del XVI secolo, mentre alle altre chiese di Santa Maria e Sant’Agostino nonché a Santa Maria del Sasso nella frazione di Formazze erano collegati grandi vigneti che producevano un vino rinomato per via del terreno sassoso e ben soleggiato. Illustrazione blasone e note a cura di Massimo Ghirardi (*) Saverio Bocelli “LA VITE E IL VINO NELL’ARALDICA CIVICA ITALIANA” Pagnini, Firenze 1995, pag. 31-32
Profilo Araldico
“Partito d’azzurro e d’argento, al grappolo d’uva di rosso fogliato di due di verde attraversante, accompagnato da tre api dal volo spiegato d’oro poste una in capo e due in punta.”
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini

Colori dello scudo: argento, azzurro
Partizioni: partito
Profilo Araldico
“Drappo partito d’argento e d’azzurro.”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su