Città di Canelli (AT)

Informazioni

  • Codice Catastale: B594
  • Codice Istat:
  • CAP: 14053
  • Numero abitanti: 10722
  • Nome abitanti: canellesi
  • Altitudine: 157
  • Superficie: 157
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 27.1
  • Distanza capoluogo: 27.1

Storia dello stemma e del comune

Storicamente lo stemma in uso da parte del Comune di Canelli è composto da uno scudo azzurro al cane rampante, collarinato, sormontato da una corona marchionale il tutto d’oro. Lo scudo è abitualmente posto entro un complesso “cartoccio” entro il quale sono inserite due canne palustri verdi, ed è accompagnato dal motto “Ad Praeclara”.

Il “cane”, adottato in funzione “parlante” in connessione con il toponimo, compare abbastanza tardi: il documento più antico giunto fino a noi è un manifesto comunale del 1869, ma sul campanile della chiesa parrocchiale di San Tommaso, risalente al XVII secolo, è presente una banderuola raffigurante il cane rampante, già con collare.

Anche le canne palustri sono state scelte per l’assonanza con il toponimo: infatti, secondo alcuni studiosi, il nome CANELLI sarebbe connesso all’abbondanza di canne propria di questo territorio, derivato quindi dalla locuzione “Locus ex [o in] CANNELLIS” (‘luogo dalle [o nelle] piccole canne’).

Canelli, secondo Comune della provincia per numero di Abitanti, è stata insignita del titolo di “città” formalmente solo il 24 febbraio 1967, con Decreto del Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat.

Nota di Massimo Ghirardi e Massimo Ciccarelli

Profilo Araldico
“Di azzurro, al cane rampante, d’oro, sormontato dalla corona all’antica di tre punte visibili, dello stesso. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole d’oro, AD PRAECLARA. Ornamenti esteriori da Città”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Reperito da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
Altre Immagini




Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma cane, corona all'antica, punta
Attributi araldici: rampante, sormontato
Profilo Araldico
“Drappo di giallo con la bordatura di azzurro, riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in oro, recante la denominazione della Città. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto ei colori del drappo, alternati, con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai calori nazionali frangiati d’oro. “
Gonfalone ridisegnato

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini




Colori del gonfalone: azzurro, giallo
Partizioni del gonfalone: bordato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) – 19/03/2014

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 24/02/1967

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su