Comune di Cabrières (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Cabrières (in occitano Cabrièiras) è un comune francese situato nel dipartimento dell’Hérault  nella regione dell’Occitania. I suoi abitanti sono detti Cabriérois e Cabriéroise.

Anticamente si chiamava Capraria, derivato da gapra o cabre in provenzale presumibilmente in rapporto all’importanza che l’allevamento delle capre rivestiva in quel luogo.

Nell’870 era Caprariense, nel 971 Caprariense,  nel 1108 Cabreriam, 1152 Cabreria, mel 1380 Cabrieyra.

Esistevano, dall’età del bronzo, miniere di rame.

Il vecchio villaggio era costruito ai piedi del castello. Durante la guerra dei Cento Anni i briganti di strada installati nel castello derubarono le vallate. Solo l’acquisto, attraverso una forte sonna, della loro partenza riportò la tranquillità.

Nel XI e XII secolo, il castello èoccupato da una famiglia nata dal lignaggio franco dei Guglielmidi, discendenti del duca Guglielmo, parente di Carlomagno.

Con la crociata contro gli Albigesi la famiglia dei Cabrières venne privata dei suoi beni. Il castelli ospitò una guarnigione reale nel 1260.

Dopo lo spopolamento si ripopolò con altri personaggi dediti principalmente al trasporto su muli.

Con le guerre di religione il castello è raso al suolo e il villaggio spostato sul luogo attuale.

Le armi di Cabrières si blasonano così: « D’argent au pairle losangé d’argent et de sable ». In italiano:  “Di argento, alla pergola  losangata di argento e di nero”.

Come più di una cinquantina di Comuni di questo territorio, lo stemma comunale riporta una pezza araldica scaccata, in questo caso il capo, che si differenzia da quella degli altri comuni per gli smalti. Lo stemma conserva lo scaccato (modificato) dei Marchesi di Rocozel, signori di una parte di questo territorio, brisandone lo smalto. Si tratta di un omaggio allo stemma dei de Rocozels che portavano uno scudo inquartato di cui un quarto era scaccato.

Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di argento, alla pergola losangata di argento e di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Colori dello scudo: argento, nero
Oggetti dello stemma pergola
Attributi araldici: scaccato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su