Comune di Bourgoin-Jallieu (38)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Comune del dipartimento dell’Isère, nella regione dell’Auvergne-Rhône-Alpes.

Le origini di Bourgoin risalgono all’epoca pre-romana e, dopo la conquista, venne denominate Burgusia.

Jallieu fu, per molto tempo, una località della “Terre de Bourgoin” e divenne un borgo indipendente solo nel XVIII secolo.

Nel 1654 i due centri vennero riuniti, ma nuovamente separati nel 1791 durante il periodo rivoluzionario.

Di fatto le relazioni tra i due villaggi furono intense da sempre e dal 1 gennaio 1967 furono definitivamente riuniti in un’unica municipalità, con la denominazione di Bourgoin-Jallieu, dopo il referendum consultivo del giugno 1965.

Lo stemma venne adottato in quella occasione e rappresenta i due centri, si blasona: “Parti: au premier d’azur à trois croissant montant d’argent au chef de gueules, chargé d’un dauphin d’or brochant sur le tout; au second d’azur au soleil rayounnant d’or et une riviére ondée d’argent en pointe” (Partito: al primo d’azzurro a tre cresenti montanti d’argento al capo di rosso, caricato da un delfino d’oro attraversante sul tutto; al secondo d’azzurro al sole raggiante d’oro e da una riviera ondata d’argento in punta).

È la sintesi dei due emblemi dei comuni indipendenti, che si blasonavano:



  • Bourgoin: “D’azur à trois croissants montant d’argent au chef d’or chargé d’un dauphin d’azur” (D’azzurro a tre crescenti montanti d’argento al capo d’oro caricato da un delfino d’azzurro), abbinato al motto: Fausta Surgunt Lumina (Fauste sono le luci).




  • Jallieu: “D’azur au soleil rayonnant d’or et une rivière ondée d’argent en pointe” (D’azzurro al sole raggiante d’oro, alla riviera ondata d’argento in punta), col motto: ” Courant vers la lumière ” (In corsa verso la luce).


È gemellato con Conselice (Ravenna), con Bergisch-Gladbach e Rehau (Germania), Dunstable (Gran Bretagna), Wu Jiang (Cina), Mut (Turchia).



Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Partito: di rosso a tre crescenti montanti d’argento al capo di azzurro, caricato da un delfino di oro attraversante; d’azzurro al sole raggiante d’oro, alla riviera ondata d’argento in punta”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro, rosso
Partizioni: capo, partito
Oggetti dello stemma crescente, delfino, riviera, sole
Attributi araldici: attraversante, caricato, montante, ondato, raggiante

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su