Bari

no comune

Informazioni

  • Codice Catastale: A662
  • Codice Istat:
  • CAP: 70100
  • Numero abitanti: 320475
  • Nome abitanti: baresi
  • Altitudine: 5
  • Superficie: 5
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Risale al XI secolo, all’epoca della Prima Crociata (1097) quando Bari era uno dei porti più importanti per l’imbarco verso la Terra Santa. Il bianco simboleggia la fede, pura e candida, il rosso rappresenta il sangue versato per difenderla. In passato un cimiero rappresentava San Nicola di Myra (detto “di Bari”, città della quale è patrono e dove è sepolto), abolito nel XIX secolo (il santo è ancora presente nelle armi della Provincia). Note di Massimo Ghirardi Nel periodo compreso tra il R.D. del 4 gennaio 1863 e il R.D. del 30 marzo 1931 il comune si chiamò Bari delle Puglie. L’origine del toponimo è da ricondurre alle basi messapiche “baur-” e “bur-” con significato di ‘casa’, ‘riparo’, ‘porticato’, da cui si deduce la forma messapica originaria “Baorra”. I comuni confinanti sono: Adelfia, Bitonto, Bitritto, Capurso, Giovinazzo, Modugno, Mola di Bari, Noicattaro, Triggiano, Valenzano.
Profilo Araldico
“Partito d’argento e di rosso timbrato da una corona di città”.
Stemma ridisegnato

Fonte: Anna Bertola

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini




Profilo Araldico
“Drappo partito di bianco e di rosso…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: bianco, rosso
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su