Comune di Ariano nel Polesine (RO)

Informazioni

  • Codice Catastale: A400
  • Codice Istat:
  • CAP: 45012
  • Numero abitanti: 4656
  • Nome abitanti: arianesi
  • Altitudine: 2
  • Superficie: 2
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 26.9
  • Distanza capoluogo: 26.9

Storia dello stemma e del comune

Ariano deriva il nome, probabilmente dall’aggettivo “Atrianum”, riferito ad un centro abitato di modeste dimensioni dipendente da Adria (la città di “Hatria” o “Atria” che ha dato il nome al mare Adriatico) posto a controllo del Flumen Tartarus, detto anche Atrianus, oggi noto come Canal Bianco, dove sorgerà un castello in epoca medioevale.

 

Successivamente divenne una “mansio” sulla via Popilia e assunse la denominazione di Hadriani o Radiani e venne identificato secoli più tardi come Ariano Austriaco o Ariano Sinistro (cioè sulla riva sinistra del Po di Goro); con R.D. del 7 luglio 1867 n. 3807 venne sancito il determinante toponomastico nel Polesine.

 

Lo stemma civico, che richiama l’antico castello, è in uso da tempo, nelle versioni più antiche la torre è più simile ad un castello, munito di tre piccole torri. Nella versione formalmente concessa con RD del 17 dicembre 1931 si blasona: “Campo di cielo, alla torre quadrata di rosso, merlata alla ghibellina con tre guardiole coperte dello stesso, aperta e murata di nero, fondata sulla pianura di verde”.

 

Da notare che la versione in uso, seguendo alla lettera il blasone, dovrebbe avere porta e finestre nere (“…aperta e murata di nero”).

 

Il gonfalone è stato invece concesso successivamente, con RD del 4 giugno 1962, descritto come “…partito di rosso e d’azzurro”.

 

È gemellato con il comune francese di Pont-Sainte-Marie (Aube).

 

 

Nota di Bruno Fracasso e Massimo Ghirardi

 

 

 

Bibliografia:

 

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997, p.44.

Profilo Araldico
“Campo di cielo, alla torre quadrata di rosso, merlata alla ghibellina con tre guardiole coperte dello stesso, aperta e murata di nero, fondata sulla pianura di verde”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
Altre Immagini



Colori dello scudo: campo di cielo
Oggetti dello stemma guardiola, pianura, torre
Attributi araldici: aperto, coperto, fondato, merlato alla ghibellina, murato, quadrato
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato

Reperito da: Luigi Ferrara

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, rosso
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Regio Decreto (RD) di concessione – 08/08/1930
    RR.LL.PP. 17 dicembre 1931

Torna su