Comune di Aquilonia (AV)

Informazioni

  • Codice Catastale: A347
  • Codice Istat:
  • CAP: 83041
  • Numero abitanti: 1848
  • Nome abitanti: aquiloniesi
  • Altitudine: 750
  • Superficie: 750
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 82.5
  • Distanza capoluogo: 82.5

Storia dello stemma e del comune

Prima del R.D. del 14 dicembre 1862 il comune si chiamò Carbonara. L’attuale nome ricalca quello delle rovine irpino-romane di Aquilonia, presso cui è sorto il nuovo paese.
Profilo Araldico
“D’azzurro, ai due guerrieri sannitici, con le teste affrontate, il viso, il collo, gli avambracci, le coscie, i piedi di carnagione, le gambe munite di schinieri d’oro, il capo coperto dall’elmo d’oro con piume di verde, il guerriero posto a destra visto per tre quarti di schiena, il guerriero posto a sinistra visto per tre quarti di fronte, i guerrieri vestiti con la breve tunica di verde e muniti della corazza d’oro, coprente petto e schiena, la corazza rinforzata nella parte anteriore da tre rotelle d’oro bordate di nero, bene ordinate; i guerriri con le mani destre poste nel fuoco di rosso, uscente dal tripode di nero, e tenenti con le mani sinistre lo scudo ellittico di oro e la lancia di nero, i guerrieri e il tripode sostenuti dalla pianura di verde, le gambe e i piedi dei guerrieri attraversanti; il tutto sotto il capo di rosso, caricato dal motto, in lettere maiuscole di nero, AUT VINCERE AUT MORI. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero, MIHI NOMEN FUIT CARBONARA. Ornamenti esteriori da Comune”.
Stemma ridisegnato

Fonte: Giancarlo Scarpitta

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico
“Drappo di giallo…”
Gonfalone ridisegnato

Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: giallo

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 25/03/1998
    Guarda il decreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su