Comune di Alfianello (BS)

Informazioni

  • Codice Catastale: A188
  • Codice Istat:
  • CAP: 25020
  • Numero abitanti: 2476
  • Nome abitanti: alfianellesi
  • Altitudine: 53
  • Superficie: 53
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 28.9
  • Distanza capoluogo: 28.9

Storia dello stemma e del comune

Secondo la tradizione il paese fu fondato nel periodo tardo-imperiale dal console romano Alfeno, assieme alla vicina Alfiano. Nell’VIII secolo il territorio è di proprietà dell’abbazia benedettina (maschile) di Leno e di quella (femminile) di San Salvatore di Brescia, le quali sostengono grandi opere di bonifica attuate dai loro coloni sotto la guida di fratelli conversi e massari. Successivamente la signoria sarà divisa tra numerose famiglie feudali bresciane (e non): dapprima i Luzzago, poi gli Avogadro, ai quali succederanno gli Emili, i Callisto, i Crotto, i Buda, i Calino. All’inizio del XVI secolo viene istituita la Parrocchia, dedicata ai santi Ippolito e Cassiano. Nel XVIII secolo saranno i Martinengo, i Pavoni e i Gambara a spartirsi il potere su questa fertile plaga che traeva beneficio anche dai trasporti fluviali lungo l’Oglio (era attivo uno scalo fluviale, poi abbandonato nel XIX secolo). Lo stemma del Comune è stato concesso con Decreto del Presidente della Repubblica del 7 aprile 1959, dove si blasona: “Di azzurro, all’avambraccio di carnagione uscente dal fianco sinistro dello scudo, che stringe con la mano tre spighe di grano, fruttate e fogliate d’oro”. È stato progettato dallo Studio Araldico di Genova e vuole celebrare la produzione agricola del territorio, con auspicio di fecondità e ricchezza, attributi della spiga di grano (o del “mannello” come in questo caso) che simboleggia il “buon raccolto” di chi semina bene, e che è sia un riferimento alla produzione (non solo agro-alimentare) ma un auspicio per gli amministratori pubblici. La mano che “impugna” le spighe vuole anche rappresentare l’unità solidale della popolazione. Nota di Massimo Ghirardi Bibliografia: AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997. Foppoli M., STEMMARIO BRESCIANO. Gli stemmi delle città e dei comuni della provincia di Brescia. Provincia di Brescia/Grafo, Brescia 2011.
Profilo Araldico
D.P.R. 7 aprile 1959
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini

Colori dello scudo: azzurro
Profilo Araldico
“Drappo di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato

Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su