Comune di Aigne (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Aigne (in occitano Anha) è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

 

I suoi abitanti sono chiamati Aignois e Aignoises.

Villaggio del Minervois, Aigne deve il suo nome alla “Villa d’Annius”, veterano de Giulio Cesare.

Una via romana andata da Aigne fino a Minerve passando per Saint-Abdon, un’altra andava da Aigne a Beaufort.

Si sono trovate vestigia di una villa romana a Saint-Michel e si è sicuri che altre ville romane si trovavano a La Prade, Mouleyres, Sainte-Léocadie, Clauzes e La Lèque.

Dei resti dell’antico borgo resta la celebre circonvoluzione nella costruzione delle abitazioni dell’anno mille detta “la lumaca d’Aigne” da cui prendono il soprannome gli abitanti “les escargots” o “cagarols” in occitano nome attinto dalla forma delle costruzioni che circondavano la chiesa parrocchiale di Saint-Martin, centro del villaggio.

Al tempo dei conti di Minerve, Aigne era una dépendance del castello di Minerva, sotto la protezione dell’avamposto di guardia di Lacaune-sous-Minerve (attualmente La Caunette).

Era un territorio agricolo situato su di un bassopiano senza acque superficiali, completamente isolato dalle grandi vie di comunicazione e di invasione, ma dedicato all’allevamento del bestiame da lana e povere culture da grano e foraggere.

Lo stemma di Aigne si blasona: «De gueules à un cep arraché de sinople, feuillé et fruité d’argent, soutenu d’un croissant du même, au chef cousu d’azur chargé de trois étoiles renversées d’or.».

In italiano: “Di rosso ad un vitigno sradicato di verde, fogliato e fruttato d’argento, sostenuto da un crescente dello stesso, al capo cucito di azzurro caricato di tre stelle rovesciate di oro”.

Lo stemma non si trova nello stemmario del d’Hozier.

 

 

Nota di Bruno Fracasso

Profilo Araldico
“Di rosso ad un vitigno sradicato di verde, fogliato e fruttato d’argento, sostenuto da un crescente dello stesso, al capo cucito di azzurro caricato di tre stelle rovesciate di oro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Oggetti dello stemma crescente, stella, vitigno
Attributi araldici: caricato, cucito, fogliato, fruttato, rovesciato, sostenuto, sradicato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su