Finlandia


Finlandia

Informazioni

La Repubblica di Finlandia (in finlandese: Suomi, Suomen Tasavalta; o in svedese, seconda lingua nazionale1: Republiken Finland) è oggi una Repubblica semi-presidenziale, con capitale ad Helsinki/Helsingfors (lantica capitale era inizialmente Turku, detta Åbo in svedese).

Alla Finlandia sono unite le Isole Åland, la cui popolazione di lingua svedese gode di una estesa autonomia (emettono anche francobolli propri, ma se il servizio e la moneta sono quelli finlandesi), il cui piccolo Parlamento ha sede nella capitale Mariehamn (Maarianhamina in finlandese).

Le popolazioni risiedono nell’area dell’attuale Finlandia, nella penisola scandinava, da almeno 8.000 anni (come dimostrato dai numerosi reperti archeologici) e nell’antichità si raccoglievano in tre principali gruppi etnici, spesso in guerra tra loro: Finni (che hanno dato il nome al Paese), Careli (abitanti della Finlandia Orientale e della Russia Occidentale) e Sami (abitanti del Nord, impropriamente detti “Làpponi”).

Nel XII secolo l’attuale territorio della Finlandia venne sottomesso dagli Svedesi, che diedero un ordinamento politico e amministrativo strutturato. Nel 1157 infatti il re Erik di Svezia e il vescovo di Uppsala Henrik (di origine inglese) promossero una “Crociata” nei territori dell’Est, con l’intento ufficiale di convertire i pagani finnici al Cristianesimo, e a discapito dei Russi.

Nel XIII secolo la Svezia estese il proprio dominio fino alla regione della Carelia, zona che per il suo ruolo strategico di confine con la Russia sarebbe stata sempre contesa fra le due potenze vicine fino al 1323, quando venne firmato il Trattato di Nöteborg, che assegnò alla Svezia la Carelia Occidentale e Meridionale (Finlandia propriamente detta), mentre la Carelia Orientale e l’Ingria vennero uniti alla Russia, nella provincia di Novgorod.

Nel 1556 il re di Svezia Gustavo I costituì il Granducato di Finlandia in favore dei figlio principe Giovanni; nel corso del XVIII secolo passò progressivamente alla Russia fino alla completa occupazione nel 1809. I finlandesi, restii al processo di russificazione, mostrarono segni di rivolta già nel XIX secolo e, approfittando della rivoluzione russa, alla fine del 1917 proclamarono l’indipendenza e la nascita della Repubblica di Finlandia (Suomen Tasavalta).

Avendo rifiutato l’installazione sul proprio territorio di alcune basi militari sovietiche la Finlandia venne attaccata militarmente, in quella che passò alla storia come “Guerra d’inverno”. Al comando del maresciallo Carl Gustav Mannerheim la Repubblica si oppose da sola all’Armata Sovietica: si arrese solo allorché col Trattato di Mosca (1940) venne sancito il passaggio della Carelia Meridionale e della città di Vyborg all’URSS.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Non ancora una blasonatura

Colori dello scudo:
rosso
Oggetti dello stemma:
sciabola

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,