Armoriale dei comuni per stato

“Interzato in fascia: al primo d’oro alla fascia di azzurro e alla croce di sant’Andrea di rosso attraversante sul tutto; al secondo troncato: al primo scaccato d’argento e di azzurro di tre tiri e al secondo di rosso; al terzo di verde alla banda scaccata d’argento e di rosso di due tiri”


Villeneuve-d’Ascq

“Di nero, alla croce di sant’Andrea losangata d’argento e di verde”.


Villeneuve-lès-Béziers

“Di azzurro alle due palme di oro dal tronco curvato avvicinantisi con le loro foglie formanti un arco”


Villeneuve-lès-Maguelone

“D’azzurro allo scudetto d’argento, accompagnato da undici biglietti dello stesso posti in orlo”.


Villers-au-Tertre

“Di rosso, alla ruota di mulino fiancheggiata in capo da due api, il tutto d’oro; alla terrazza d’azzurro caricata da due pesci natanti in fascia”.


Villers-Écalles

“Tagliato: al primo d’oro al drakkar d’azzurro, la vela caricata da due leopardi d’argento posti uno sull’altro; al secondo di verde alla chiocciola d’argento”.


Villers-sur-mer

“D’argento, all’aquila al naturale, rivolta, dal volo abbassato, dai cui artigli partono due fulmini di rosso, rivolti verso il basso, ferma su una torricella terminante con un manicotto finestrato e fondata entro una cinta murale al naturale, diruta a sinistra, questa fondata in sbarra abbassata, aperta di tre archi, a cavallo di un fiume d’azzurro ondato d’argento, accostato a sinistra da un albero di verde nodrito sul ponte e a destra da un monte di verde nascente dal fianco destro. Ornamenti esteriori da Comune”.
R.D. 29 luglio 1923


Villesse

“Di azzurro al ponte a dorso d’asino di argento mattonato di nero, movente dai fianchi, cimato da una croce formata da ferri di lancia pure d’argento, accostata da due gigli di Francia di oro”.


Villetelle

“D’oro alla lettera M maiuscola gotica, di azzurro, sostenente la croce di rosso, patente nei tre bracci superiori, dal piede aguzzo in quello inferiore, accompagnata in punta dal ramo di verde, posto in sbarra abbassata, munito di sette foglie all’insù e quattro all’ingiù. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 6 agosto 1988


Villetta Barrea


Villette