Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“D’oro a tre pali di rosso”.


Bolsena

“Partito: il Primo d’azzurro al bosco di sei alberi al naturale su una campagna di verde, attraversata da una banda ondata d’azzurro, sormontato da un covone di grano d’oro; il Secondo d’oro alla torre di rosso murata, chiusa e finestrata di nero, merlata di quattro alla ghibellina. Ornamenti esteriori di Comune”.


Boltiere

“Stella d’oro a sei punte doppiata su una fascia mediana rossa e con lo sfondo argentato riportato in uno scudo (d’argento alla fascia di rosso caricata di una stella d’oro a sei punte)”.


Bolzano

“Partito: il primo d’oro ad un pastorale di verde in palo il secondo di verde a due spighe di grano d’oro in croce di Sant’Andrea. Ornamenti esteriori da Comune”.


Bolzano Novarese

“Troncato, ornato di verde e d’argento, alla ruota di molino al naturale, attraversante sul tutto. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.R.28 agosto 1930


Bolzano Vicentino

“Di porpora, al leone d’oro, allumato e linguato di rosso, armato d’azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 25 marzo 1988


Bomarzo

“Troncato dalla fascia di rosso, caricata dal toponimo Bomba, in lettere maiuscole d’oro: il PRIMO, di azzurro, alla stella di sei raggi, d’oro; il SECONDO, di verde. Ornamenti esteriori da Comune”


Bomba

“Di rosso all’albero al naturale sradicato e fruttifero di sette d’oro, sul tutto tre bande d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”

Blasone nostro


Bompensiere

“Partito dal filetto di nero: nel primo, d’argento, all’eremita in maestà, il viso, gli avambracci, le gambe di carnagione, capelluto e barbuto di nero, vestito con la tunica d’oro, genuflesso con il ginocchio destro sul gradone della rupe di verde con pietre al naturale, digradante in banda, uscente dal fianco destro e fondata in punta, l’eremita avvolto dal serpente di verde di tre spire, con la testa a sinistra, linguata e allumata di rosso; nel secondo, d’argento, al gallo policromo al naturale, crestato e bargigliato di rosso, in profilo, sostenuto dal basamento rettangolare di azzurro, bordato di nero, caricato dalle due chiavi d’oro, decussate, con gli ingegni all’ingiù, legate di rosso, esso basamento fondato sulla campagna diminuita, di verde. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di argento, il motto, in lettere maiuscole di nero, BONIPETRI OLEUM SALUS DIVI PETRI PATRONUS. Ornamenti esteriori da comune.”

 

D.P.R. 6 novembre 1996


Bompietro

“D’argento al porto, con faro appoggiato a dighe e fondato nel confluente Naviglio e del Panaro, il tutto al naturale; col capo d’azzurro carico di un grappino di tre marre, legato, il tutto d’argento.”


Bomporto