Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro alla fascia d’argento accompagnata da tre stelle dello stesso, due in capo, una in punta. Ornamenti esteriori da Comune”.


Villanova di Camposampiero


Villanova Marchesana


Villanova Mondovì


Villanova Monferrato

“D’azzurro, all’edificio d’oro, posto a sinistra, munito in ognuna delle due facciate visibili di una porta e di tre finestre ordinate in fascia, di nero, sostenente la torretta angolare, munita di due orologi d’argento, con le lance di nero, e di due finestrelle, di nero, merlato alla guelfa di ventitre, undici e undici, nei due lati visibili, con un merlo angolare, essa torretta sostenente il coronamento formato dal castello a volute di ferro, di nero, racchiudente due campane, poste in palo, d’oro, e munito della bandiera nazionale sventolante a sinistra; l’edificio accompagnato a destra dalla collina di verde, cimata dalla roccia d’oro, questa sostenente il basamento rettangolare, dello stesso, sostenente a sua volta la croce latina, d’oro, con i bracci riuniti dal cerchio; essa collina sostenente la quercia e il leccio di verde, fustati al naturale, nodriti nel pendio di sinistra; il tutto fondato sulla fascia diminuita di verde, sostenuta dalla pianura di azzurro, mareggiata di argento; edificio e collina accompagnati in capo dallo scudetto ovale, d’argento, alla croce di rosso, accantonata da quattro teste di moro, di nero, bendate di argento; lo scudetto circondato da dodici stelle di cinque raggi, d’oro. Lo scudo è timbrato dalla corona da Comune, ed è ornato dal ramo di quercia e dal ramo di leccio, di verde, decussati in punta, legati dal nastro tricolore nazionale, questo attraversato da due ghiande d’oro, coi gambi all’ingiù e decussati”


Villanova Monteleone

D.P.C.M. 1 febbraio 1936


Villanova Solaro

“D’argento alla fascia ondata d’azzurro accompagnata in capo da una stella dello stesso e attraversata da un albero al naturale nodrito sulla campagna di verde”

D.P.R. 20 novembre 1958


Villanova sull’Arda

“Semipartito, troncato: nel primo, di rosso, alla pecora d’argento, con la testa rivolta, riposante su campagna erbosa di verde; nel secondo, di azzurro, alle sette spighe di grano d’oro, impugnate, legate di rosso; nel terzo, d’oro, all’olivastro sradicato, con la chioma di verde, fruttato d’argento e con il tronco e le radici al naturale. Ornamenti esteriori del Comune”.

D.P.R. 4 settembre 1998


Villanova Truschedu

“Partito semitroncato: il PRIMO, di azzurro, alla quercia di verde, fustata al naturale, fruttifera di sei, d’oro, nodrita nella pianura di verde; il SECONDO, di rosso, alle due stelle di otto raggi, ordinate in palo, d’oro; il TERZO, di argento, alle due fasce diminuite, ondate, di azzurro, fluttuose d’argento. Ornamenti esteriori da comune”.


Villanova Tulo

“Semipartito troncato: il PRIMO, di verde, alle tre spighe di grano, impugnate, d’oro, legate di rosso; il SECONDO, di rosso, al vaso piriforme nuragico, d’oro, doppiamente ansato, riccamente rabescato, dello stesso; il TERZO, di azzurro, alla chiesa di Santa Marina, formata dall’edificio sacro, d’oro, chiuso di nero, e dal portico di tre archi, antistante, più largo, d’oro, gli archi laterali per metà aperti del campo, essa chiesa sostenuta dalla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.


Villanovaforru