Armoriale dei comuni per stato

“D’argento al castello di rosso,torricellato di un pezzo del medesimo,aperto e finestrato del campo. Ornamenti esteriori da Comune”.


Varsi

“D’argento al palmizio di verde, fustato al naturale, nodrito nella pianura di verde, accostato a destra da una croce greca di rosso, sormontata da una candida colomba rivoltata con le ali spiegate e a sinistra da un leone d’oro, con entrambe le zampe anteriori poggiate sul tronco del palmizio. Ornamenti esteriori di Comune”.

Stemma utilizzato di fatto dal Comune


Varzi


Varzo


Vasanello

“Semitroncato partito: il PRIMO, troncato d’oro e d’argento, all’aquila di nero, allumata e linguata di rosso, coronata d’oro, attraversante; il SECONDO, di azzurro, all’olivo sradicato, con la chioma di verde, il tronco e le radici al naturale, fruttato di cinque di nero; il TERZO, di rosso, alla torre d’oro, murata di nero, merlata di cinque alla guelfa, finestrata di due in palo, di nero, chiusa dello stesso, fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 25 gennaio 2005


Vasia

“Campo levigato ellittico quadripartito dai diametri della ellisse, ove a destra del risguardatore il colore aureo in alto e l’argenteo in basso rifulgono, mentre opposto sito tengono i due metalli a sinistra”


Vasto


Vastogirardi

“D’oro ad una torre d’azzurro merlata di quattro, chiusa fondata su collina di verde e sormontata dal numero 1636 accostato da un grappolo d’uva con due pampini e da un pomo rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Vauda Canavese

“D’azzurro alla banda merlata e contro merlata d’oro; al capo dello stesso caricato da un raggio di carbonchio gigliato d’azzurro”.


Vaujours

“D’oro, al vitigno al naturale; al capo di rosso caricato da un’arnia d’oro accostata da due api volanti dello stesso, quella di destra in sbarra, quella di sinistra in banda”.


Vaux-les-Prés