Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“D’oro, calzato di verde, all’incudine sostenente il martello posto in fascia e sostenuta dal ceppo di larice sradicato, il tutto al naturale, accompagnato in punta dalla terza, diminuita, in fascia, d’azzurro, il tutto alla bordura in filetto dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Val di Zoldo

Lo Statuto comunale descrive così lo stemma non ancora concesso dall’Ufficio araldico nazionale: “Due colline di due diverse tonalità di verde nella quale è situato un torrione merlato alla guelfa, simbolo di Grancona, il torrente Liona ed un ponte simbolo di San Germano dei Berici. Sullo sfondo il cielo azzurro con due stelle in ricordo dei Comuni di Grancona e San Germano dei Berici”.


Val Liona

“D’argento alla fascia d’azzurro accompagnata in capo da una stella a sei punte del secondo e in punta da un monte araldico di tre cime di verde”


Val Masino


Val Rezzo

“D’argento alla torre di rosso, chiusa, finestrata e murata di nero, merlata di tre alla ghibellina, fondata su di un monte verde e accostata da due stelle d’azzurro, raggiate di sei; nel canton destro del capo un abete di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. n. 246 in data 26 giugno 1981


Valbondione

“Di rosso alla torre di pietra quadrata, merlata di tre alla guelfa, accostata ai lati da due spighe di grano e da due pannocchie di mais d’argento poste in decusse; in punta e in capo una stella d’oro raggiata di sei. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 11 giugno 1980 – Trascritto nei registri dell’Ufficio Araldico il 2 agosto 1980. Reg. Anno 1980 pag. n. 42


Valbrembo

“Inquartato: nel primo d’azzurro al Leone di San Marco andante, d’oro; nel secondo d’argento, alla croce scorciata di rosso; nel terzo d’argento al delfino di verde, in fascia; nel quarto d’azzurro al fiore di tabacco, d’oro, gambuto e fogliato di verde e posto in palo. Ornamenti esteriori da Comune”.


Valbrenta

“Bandato d’argento e di azzurro, con il monte all’italiana di sei colli, fondato in punta e attraversante, di verde; al capo di rosso, caricato da sette croci scorciate, d’oro, poste tre e quattro, ordinate in due fasce. Ornamenti esteriori da Comune”


Valbrevenna

“Troncato, nel primo, di azzurro, alla costellazione dell’Orsa Maggiore formata da sette stelle di otto raggi, d’oro; alla pianura di verde, cimata alla sinistra dal monte, dello stesso; nel secondo, di argento, al torrione di rosso, mattonato di nero, uscente dal fianco destro, merlato alla ghibellina di quattro, finestrato di due in palo, di nero, fondato sulla pianura di verde, fondato sullo specchio d’acqua, posto in banda, di azzurro, pianura e specchio cimati dal ponte levatoio abbassato, di nero, unito al torrione, esso ponte munito della catena, di nero, posta in banda, fissata alla parete del torrione, il tutto accompagnato dal grifone, posto a sinistra, volante in banda, di rosso. ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 12 ottobre 1993


Valbrona

“Interzato in palo: nel primo d’oro, alla campagna d’azzurro; nel secondo di verde, alla campagna d’argento; nel terzo d’azzurro alla campagna di verde; alla banda ondata d’argento, attraversante sul tutto. Ornamenti esteriori da Comune.


Valchiusa