Armoriale dei comuni per stato

“Di azzurro, alla banda d’argento accompagnata in capo dall’occhio nel triangolo raggiante, d’oro, simbolo della Santissima Trinità; in punta da una torre fondata sugli scogli, merlata alla ghibellina, il tutto d’argento, banderuolata di rosso col drappo carico di una Croce di Malta, ottagona, d’argento”.


Trinitapoli


Trino

“D’azzurro al cerbero d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”.


Triora

“Di argento, al castello di rosso, mattonato di nero, merlato alla ghibellina, le due torri ognuna di tre, il fastigio di cinque, il castello chiuso di nero, finestrato di tre finestrelle tonde, di nero, una sormontante la porta, due nelle torri, il castello fondato sulla collina trapezoidale, di verde, fondata in punta; il tutto con la bordatura di azzurro, caricata da otto bisanti d’oro, quattro negli angoli, due centrali, in capo e in punta, due a mezza altezza a destra e a sinistra. Ornamenti esteriori da Comune.”

D.P.R. del 22 giugno 2005


Tripi


Trisobbio

“Di azzurro alla montagna di tre cime di verde, terrazzata pure dello stesso, su riviera d’argento, movente dalla punta, la montagna cimata di un castello al naturale addestrato e sinistrato di due agnelli affrontanti e passanti sulla pianura d’oro. Lo scudo sarà fregiato di ornamenti da Comune”

R.D. 10 giugno 1929


Trissino

“D’azzurro, allo scaglione accompagnato in capo da due colombe, quella di destra rivoltata, e in punta una barca munita di remi, il tutto d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”.


Triuggio


Trivento

“D’oro, al Castello triturrito di rosso, mattonato di nero, la torre centrale più alta, ciascuna torre merlata alla guelfa di tre e finestrata di due in palo di nero, il fastigio privo di merli, il castello chiuso di nero e finestrato con tre finestre larghe e basse, di nero, poste in fascia sotto il fastigio. Ornamenti esteriori da Comune”

D.P.R. 31 luglio 1997


Trivigliano


Trivignano Udinese